Pagina in costruzione, ci scusiamo per il disagio

In che modo il cambiamento dell'algoritmo di Facebook influenzerà il tuo brand

Scritto da Carolina

Algoritmo facebook 2018

Sugli algoritmi di Facebook c’è una sola certezza: non si sa mai quando saranno modificati.

Di sicuro l’annuncio dello scorso mese di Facebook che avrebbe perfezionato i suoi algoritmi per dare enfasi alle "connessioni personali", non era imprevisto.

Mark Zuckemberg ha scritto in un suo post "Vedrete meno contenuti pubblici come post di aziende, marchi e media, mentre saranno premiati i contenuti che incoraggeranno interazioni significative tra le persone“.

A questo punto viene da chiedersi se i giorni di affidabilità della portata organica dei post sono terminati.

I cambiamenti di algoritmo come questi, possono rivoluzionare completamente la logica di marketing del social, tuttavia, mentre Facebook ha certamente altri motivi per una simile presa di posizione (in particolare maggiori entrate), parallelamente sta realmente individuando gli interessi degli utenti, e così facendo, sta costringendo i brand a percorrere la stessa strada.

Il primo risvolto di questo cambiamento sarà dato dal fatto che i digital marketer dovranno investire maggiormente nella pubblicità a pagamento per compensare la perdita di copertura organica.

Tutto ciò avrà sicuramente un impatto interessante su Facebook: la quantità media di brand paganti su Facebook per singolo post è già aumentata del 43% su base annua nel quarto trimestre del 2017, e si può presumere che questo sarà solo la punta dell’iceberg nel 2018.

La qualità dei contenuti dei brand migliorerà

Alcuni anni fa, i titoli di tipo clickbait (titoli esagerati che nascondono tutt’altro tipo di informazioni e forzano l’interazione dell’utente) erano dilaganti su Facebook; ora non esistono più (o quasi) questo perché negli ultimi anni Facebook ha affrontato direttamente il problema con gli aggiornamenti degli algoritmi anti-clickbait, identificando le parole comunemente usate nei titoli clickbait e non usate nei titoli standard.

Tutto ciò li penalizza ed aumenta l'esperienza dell'utente.

La nuova revisione dell'algoritmo di Facebook funzionerà verso lo stesso obiettivo ed è intuibile che dal momento che più digital marketer dovranno investire nella pubblicità a pagamento, gli annunci a pagamento saranno di qualità di gran lunga più elevata.

I digital marketer saranno costretti a intessere connessioni dirette con i lettori

Probabilmente non ci sarà un cambiamento repentino a breve termine ma sicuramente la trasformazione andrà a beneficio dell'industria dei media a lungo termine e motiverà i digital marketer ad intessere connessioni dirette con i loro lettori.

I digital marketer che diversificheranno le loro reti di distribuzione verranno immediatamente proiettati ai primi posti e tutto ciò includerà il coinvolgimento diretto del lettore attraverso newsletter, notifiche desktop, podcast e le proprie app.

Zuckerberg, inoltre, ha aggiunto "… le notizie che vedrete, saranno di alta qualità. Ho chiesto ai nostri team di prodotto di dare la priorità a notizie attendibili, informative e locali."

Di sicuro le novità di Facebook, con le modifiche ai feed, rivoluzioneranno i media ed i brand che saranno costretti ad inserire contenuti di qualità, tuttavia, nel fare ciò, tutti beneficeranno di standard più elevati, la qualità dei contenuti migliorerà ed i media saranno costretti ad interagire tramite rapporti più stretti con i propri utenti coinvolti.

Sicuramente è una vittoria per i media e per gli utenti, ma soprattutto è una vittoria per Facebook (ed i suoi interessi).

JooMa è pronta a raccogliere la "sfida" di Facebook a lanciato ai brand con soluzioni rivoluzionarie sia in termini di approccio strategico che di creazione di contenuti. Se vuoi diversificarti dalla concorrenza o posizionarti sul mercato, qui troverai tutti i nostri contatti.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.