fbpx

L’arma segreta di vendita? Pinterest

300 m

di persone usano Pinterest ogni mese

98% 

ha provato qualcosa di nuovo che ha trovato di Pinterest

84%

usa Pinterest quando cerca di decidere cosa acquistare

77%

ha trovato un nuovo marchio o prodotto su Pinterest

Questi i “numeri” salienti della piattaforma Pinterest che può considerarsi, a tutti gli effetti, un ottimo strumento di marketing per il tuo negozio online. 

Con la sua capacità di esporre i prodotti, stabilire collegamenti tra siti Web e pagine prodotti nonché creare una rete per aumentare la tua visibilità, Pinterest e commercio elettronico vanno di pari passo; insieme, possono creare un canale di marketing e di vendita sicuramente ben utile per la tua attività di commercio digitale e noi dello Studio JooMa ne abbiamo sperimentato, in prima persona, le potenzialità.

Vediamo insieme il suo funzionamento e le sue regole basilari.

Innanzitutto su Pinterest i marchi/brand non hanno la supremazia nelle vendite, bensì, al di sopra delle parti, “comandano” le immagini: il 97% delle migliaia di ricerche principali sul sito vengono effettuate senza tener conto del marchio. 

Invece di digitare Versace o Louis Vuitton sulla barra di ricerca, gli utenti iniziano le loro ricerche con "stivaletti" o "borse in pelle" e tutto ciò permette di avere pari visibilità anche rispetto ai brand più prestigiosi. 

Ecco alcuni semplici indicazioni che noi dello Studio JooMa mettiamo in pratica per potenziare le attività di e-commerce utilizzando il potenziale dello “strumento” Pinterest. 

Pinterest 2020

Sfrutta le keyword per classificare meglio il tuo prodotto 

Similmente alle ricerche su Google, il SEO deve essere assolutamente parte integrante della tua strategia di marketing/vendita su Pinterest. 

Pinterest è fondamentalmente un motore di ricerca visuale e, se utilizzato nel modo giusto, con i suoi 291 milioni di utenti attivi (stima aggiornata al primo trimestre del 2019) può indirizzare fino al 7,53% del suo traffico verso il tuo sito di e-commerce; tutto ciò rende l’accuratezza della ricerca delle keyword una parte indispensabile nella pianificazione del marketing su Pinterest.

Allo stato attuale la cosa che fa più riflettere è il calo del traffico di riferimento sui social (ad esempio Facebook) mentre Pinterest, di contro, sta attraversando un periodo di aumento esponenziale, dati alla mano, più di qualsiasi altra piattaforma. 

Gli utenti di Pinterest tendono a utilizzare la piattaforma per visualizzare i prodotti e, in molteplici occasioni, anche per effettuare acquisti diretti.

Il suggerimento, quindi, è di concentrarsi maggiormente sia sulla ricerca di keyword pertinenti, sia sulla loro ottimizzazione all'interno di ogni singolo pin, in modo che gli stessi vengano visualizzati quando i consumatori vanno alla ricerca di prodotti come similari al tuo. 

Una volta che hai un elenco definito dei prodotti, devi sviluppare una strategia ben precisa di keyword per Pinterest, che includa le immagini e, in relazione a quest’ultime, dovrai selezionare le parole chiave che andrai ad utilizzare. 

Un aiuto per portare a termine questa operazione può esserti dato da strumenti come Ahrefs e Google Keyword Planner, utili per scovare le giuste keyword. 

Seleziona accuratamente le keyword più pertinenti ed incorporale nei titoli della scheda e nelle descrizioni dei Pin. 

È anche una buona idea utilizzare hashtag con le keyword che si intende targetizzare, nonché variare, di tanto in tanto, le keyword in base alle tendenze del pubblico.

Classificare i prodotti utilizzando le Boards 

Mantenere il tuo account ben strutturato e creare una board per ogni tipologia di prodotto che vuoi mettere in evidenza/vendere è un metodo ben sperimentato da noi dello Studio JooMa per attirare i potenziali clienti in quanto gli utenti di Pinterest amano organizzarsi; tutto ciò risulta utile anche per evitare che board disordinate possano apparire non professionali. 

Ad esempio, se vendi prodotti da forno online, potresti creare una board per ogni tipologia di prodotto da forno, come, ad esempio, pane e focacce, biscotti, muffin, torte, ecc., ciò consentirà ai tuoi potenziali clienti di seguire e condividere le board alle quali sono interessati senza sforzo. 

Un'altra strategia efficace è quella di collaborare con altri influencer per aumentare la tua visibilità, puoi persino sfruttare abilmente le schede di gruppo: organizza un forum sul tuo profilo ed invita altri esperti del settore, come collaboratori ospiti, a condividere le loro competenze. Anche condividere i tuoi contenuti su altre bacheche di gruppi che si allineano al tuo marchio è un ottimo modo per ottenere molti nuovi pin e follower.

Aggiungi i pin "Shop the Look"

Considerando l'attuale panorama del business digitale ed il fenomeno della “gratificazione istantanea”, Pinterest si sta evolvendo anche per soddisfare le esigenze “immediate” dei suoi utenti. 

Circa il 98% degli utenti acquista i prodotti che vede su Pinterest, e, cosa scomoda, fino a qualche tempo, fa doveva abbandonare il sito per farlo. 

La funzione "Shop the Look" di Pinterest consente agli utenti di acquistare i prodotti che vedono su Pinterest senza dover uscire manualmente e forzatamente dal sito, tutto ciò costituisce un'ottima opzione per le aziende di e-commerce in quanto rende il processo di acquisto più efficiente e senza soluzione di continuità. 

Come funziona “Shop the look”?

Quando gli utenti selezionano con un clic un prodotto, vengono visualizzati punti bianchi sulle immagini, questi ultimi indicano la disponibilità degli articoli che possono essere acquistati tramite Pinterest. Se l'utente seleziona ulteriormente un punto bianco, ad esempio un vaso, appaiono vasi di tipologia similare che possono essere visionati.

Quando inizi con i Pin Shop the look, dovresti prima usare lo strumento di tagging di Pinterest per creare correttamente i tuoi Pin, ovvero quando crei nuovi Pin, tagga ciascuna delle tue immagini con i collegamenti che indirizzano gli utenti alle pagine specifiche dei tuoi prodotti. 

Puoi anche utilizzare i Pin del prodotto per includere prezzi, disponibilità e link in modo che i Pinner possano visualizzare le informazioni necessarie. 

Chiaramente gli utenti non potranno acquistare direttamente con i Product Pin.

Usa diversi formati del contenuto

Poiché Pinterest consente agli utenti di scorrere milioni di immagini, devi condividere strategicamente i tuoi elementi visivi: il modo più semplice ed efficace consiste nell’utilizzare diversi tipi di immagini. 

In altre parole, quando produci qualcosa di diverso rispetto alla concorrenza, hai un'alta probabilità di ottenere un maggior numero di lead. 

Oltre alle immagini, le altre forme di contenuto che puoi condividere sono post di blog, aggiornamenti di prodotti, infografiche e persino video. 

Suggerimento professionale: le foto scattate in maniera corretta e che “comunicano” sono la chiave di volta per avere un ottimo account Pinterest e poiché le immagini di alta qualità attirano un maggior numero di persone, sarebbe opportuno investire in attrezzature fotografiche di qualità o, meglio, in un buon fotografo. 

In sintesi, Pinterest ha un notevole potenziale per la vendita, in particolare per il commercio digitale e, se utilizzato in modo intelligente, può aumentare la diffusione del marchio, migliorare il marketing e contestualmente aumentare le transazioni della tua attività di e-commerce.

Hai dubbi su come introdurre e gestire il tuo brand su Pinterest, noi dello Studio JooMa possiamo darti una mano affiancandoti e facendoti scoprire quali benefici questo strumento può apportare alla tua attività: contattaci… non pungiamo!

Categoria:

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.