Sito Web appena nato: come scalare i motori di ricerca in tempi rapidi

Sito web nuovo: impostare il SEO secondo JooMaTutti sanno che il processo SEO è lento: non si arriva in cima ad un motore di ricerca (e ci si resta) senza investire tempo, fatica e duro lavoro.

Di contro, è probabile che i siti web più vecchi e consolidati siano più considerati dagli stessi motori, grazie ai numerosi anni di coinvolgimento degli utenti, la logica conseguenza è che quando si parte da zero c’è una dura battaglia da combattere e bisogna considerare che la strada è tutta salita.

In che modo un nuovo sito inizia a competere con i giganti già consolidati?

Come fa un sito Web ad arrivare in cima alla ricerca dei vari motori?

Viene da pensare che non ci sia speranza: nulla di più errato, nel mondo degli algoritmi dei motori di ricerca in costante evoluzione, ci sono alcune azioni fondamentali che è possibile mettere in atto per aumentare la visibilità del sito web appena terminato ed aiutarlo a posizionarsi sempre più in alto (come la famosa pubblicità dell’acqua minerale): ecco alcuni suggerimenti.

Il contenuto è sovrano

I motori di ricerca, ad esempio Google, premiano i migliori contenuti classificandoli al di sopra di ogni altra cosa: in effetti fanno il loro lavoro, ovvero si occupano di fornire dati preziosi ai propri utenti.

Può sembrare semplice, ma l'unica regola fondamentale del SEO è investire in una scrittura di qualità che sia davvero al servizio dei propri lettori nonché aggiornarla il più spesso possibile, in modo che rimanga rilevante ed utile.

Migliore è il contenuto, più è probabile che altre persone lo condividano, si ricolleghino e commentino, il che contribuisce a classificare meglio il sito web e scalare la SERP del motore di ricerca; di contro non si dovrebbe mai lanciare un nuovo sito con contenuti inesistenti o solo poche pagine buttate li, a caso, se si desidera prendere sul serio il problema del posizionamento.

Bisogna assicurarsi che all'inizio del lancio si abbiano a disposizione un congruo numero di ottime pagine e post inseriti sul blog pronte a partire nonché essere pronti a continuare, ad aggiungere contenuti soprattutto nelle prime settimane (e mesi) per contribuire a creare fiducia e autorità nei confronti dei lettori.

Ordina le tue parole chiave e cerca quelle di nicchia

Prima ancora di iniziare a creare contenuti per il tuo nuovo sito web, devi stabilire con precisione gli argomenti sui quali vuoi scrivere: crea un elenco di parole chiave e termini di ricerca che desideri utilizzare e progetta il contenuto basandoti su queste.

Ricorda che gli utenti si rivolgono spesso ai motori di ricerca per fare domande, quindi cerca di rispondere loro in maniera corretta.

Nella ricerca delle parole chiave, non essere superficiale e non essere tentato solo verso termini ovvi: se ti imbatti in concorrenti di un certo livello, loro (e un migliaio di altri) avranno probabilmente un forte “ascendente” su quei termini e potrebbe risultare ben difficile inserirsi nella contesa.

Per cercare di risolvere questo problema, l’unica soluzione è cercare di trovare termini maggiormente “di nicchia”.

Sicuramente utile può essere lo “Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google” dove è possibile cercare le parole chiave a bassa competizione ma con classifiche di ricerca elevate e, di conseguenza, prendere nota delle eventuali lacune da cui potresti trarre vantaggio, quindi puoi mettere a fuoco i tuoi contenuti basandoti su questi termini specifici, tenendo strettamente sotto controllo la crescita del traffico organico.

Di sicuro se riesci a sfruttare un argomento che nessun altro sta trattando (ma che ha un discreto volume di ricerca) potresti arrivare direttamente in cima, davanti agli altri siti, nella nicchia specifica di competenza.

La classifica (SERP) è tutta una questione di semantica

Non bisogna farsi ingannare nel pensare che ripetere le parole chiave e le frasi in tutto il contenuto sia una buona pratica SEO.

Man mano che gli algoritmi dei motori di ricerca (vedi Google) sono cresciuti e sono diventati più sofisticati, hanno affinato l’abilità di individuare i contenuti inappropriati e ridondanti (spam) e questi, chiaramente, sono immediatamente penalizzati.

Il tuo nuovo sito web deve impiegare le parole chiave in modo naturale e mescolarle con frasi e parole simili come ad esempio i plurali, i sinonimi e le parole correlate: un modo semplice, per ottenere un buon numero di nuove frasi è guardare in fondo ai risultati di ricerca di Google dove sono presenti ulteriori suggerimenti.

Viene da se che per un nuovo sito, un linguaggio innaturale o una sovra-ottimizzazione possono essere un percorso pericoloso su cui muoversi; la cosa peggiore, in questa fase, è guadagnarsi una reputazione di spammer già dal primo giorno!

Fai un controllo di integrità del sito web

I motori di ricerca odiano quando i siti sono pieni di errori (bug), lenti nel caricamento e con link interni o esterni a pagine che non esistono.

Inizia con un sito web ben ottimizzato ed una buona velocità di caricamento delle pagine e sarai sicuro di raccogliere subito dei punti per l’indicizzazione.

Nel 2016, le ricerche web via cellulare e smartphone hanno superato per la prima volta quelle fatte con i pc desktop e, se si pensa a quanto si utilizzi il proprio telefono cellulare mentre si è in movimento, è facile immaginare come questo numero sia in fase di costante crescita.

Uno studio del 2016 condotto da Google ha mostrato che il 40% delle persone effettua ricerche solo utilizzando il proprio smartphone; risulta, quindi, fondamentale che la visualizzazione del sito web sia ottimizzata per gli utenti dei dispositivi mobili e sia facile da leggere su un telefono, altrimenti si rischia di perdere immediatamente quasi la metà dei visitatori!

A quanto detto, aggiungiamo che i controlli tecnici SEO prima di pubblicare il sito web on line sono assolutamente ESSENZIALI: ecco alcuni dei principali problemi a cui bisogna prestare particolare attenzione:

  • Redirect (la pagina di destinazione deve esistere);
  • errori 404 (pagine inesistenti);
  • ottimizzazione e velocità;
  • canonicalization (contenuti duplicati);
  • metadati sulla pagina (loro mancanza);
  • struttura e funzionamento dei link interni;
  • indicizzazione.

I motori di ricerca stanno migliorando costantemente anche nella funzione di suggerimento delle soluzioni dei problemi tecnici ma, di certo, iniziare con un sito ben ottimizzato offre la possibilità di velocizzare drasticamente la scalata nel posizionamento.

Mostra la tua attenzione gestendo correttamente i link esterni ed interni

Un altro metodo utilizzato dai motori di ricerca per classificare i siti Web è l’analisi dei link, sia in entrata che in uscita.

E’ essenziale che sviluppi in maniera precisa la tua strategia di collegamenti e percorsi interni di navigazione e, per ciò che riguarda i collegamenti esterni, è indispensabile porre l’attenzione nel rimandare a siti Web di qualità, con contenuti eccellenti, ben posizionati in modo organico nonché cercare di stimolare gli stessi nella creazione di link a ritroso verso il proprio sito.

Come già esposto, è fondamentale disporre di un sito meritevole di link ed è vitale che tu costruisca la condivisione dei link nella tua strategia di marketing: senza dialoghi e riconoscimenti è molto difficile competere con siti web storici che hanno avuto anni per intessere relazioni forti ed accumulare link importanti.

I nuovi siti web dovrebbero essere cauti in merito alla creazione di link, in particolare bisognerebbe evitare tutto ciò che possa sembrare troppo ottimizzato o mirato: cerca di resistere alla tentazione di scambiare link “dove capita capita” bensì cerca di creare link naturali e di qualità.

È tempo di socializzare

Bisogna porre l’attenzione non solo sui siti che possono aiutarti a costruire link bensì rivestono altrettanta importanza anche i social media: inizia a condividere i tuoi contenuti su Facebook, Twitter, Instagram e quant’altro (condividendo soprattutto l'URL del tuo sito web) e crea link che rimandano alle tue pagine social anche dal tuo sito web per ottenere immediatamente maggior traffico.

Maggiore è il numero di condivisioni e interessi che il contenuto dei tuoi post trasferisce sui social media, migliore è il SEO, quindi rendi ben visibili e dai rilevanza, sul tuo sito, ai pulsanti che creano link verso le tue pagine social.

Per i nuovi siti, assicurati che le così dette API relative agli Open Graph funzionino correttamente, evitando, così, fastidiosi problemi di condivisione: per esempio puoi eseguire un debug relativo a Facebook utilizzando gli strumenti per sviluppatori.

Coinvolgi esperti esterni

Costruire un blog decente pieno di contenuti interessanti è un ottimo modo per costruire velocemente la tua reputazione online, una delle strategie per cogliere questo obiettivo è quella di coinvolgere maggiore audience stilando contenuti che citano o coinvolgono esperti esterni. Chiaramente la selezione deve essere accurata e bisogna assicurarsi innanzitutto che gli esperti abbiano un seguito decente nonché propongano ai loro lettori argomenti interessanti.

Una volta pubblicati i post sul blog, chiedi loro di ricambiare l’attenzione inserendo un link sul proprio sito e sui social che dia visibilità al post nel nostro sito web o blog!

Utilizza senza parsimonia i media

Oltre ai link, i motori di ricerca prediligono le ricerche per i diversi tipi di media.

Usa le immagini (assicurati che siano etichettate correttamente), i video, le infografiche, e qualsiasi altra cosa tu possa ritenere utile ed appropriato per rendere i tuoi contenuti visivamente più interessanti nonché anche più ricercabili.

Continua ad analizzare

Una delle cose fondamentali da ricordare sul SEO è che non termina mai.

Il modo in cui i motori di ricerca operano è in continua evoluzione e genera continuamente nuova competizione è necessario, quindi, essere in cima alle classifiche e tenere costantemente d'occhio i cambiamenti.

Se hai acquistato un'attività di e-commerce o ti sei impossessato di un sito esistente con la sua storia e i suoi contenuti, valorizza al massimo ciò che è già presente e non buttare via tutto con la tua nuova strategia. Non appena noti cambiamenti, integra i contenuti con nuove informazioni e lavora continuamente per migliorarli.

Secondo un test di Backlinko, l'aggiornamento e la ripubblicazione dei vecchi post del blog con contenuti e immagini nuove e migliorate portano ad un aumento del traffico organico fino al 111%.

In un'epoca in cui Google gestisce almeno 2 trilioni di ricerche all'anno è fondamentale che le nuove attività siano visibili. Se desideri ottenere una rapida indicizzazione del tuo nuovo sito Web, devi essere consapevole di ciò che il tuo pubblico sta cercando nonchè assicurarti di rispondere, in maniera conforme, a tutte le richieste di ricerca sui motori; in particolar modo hai bisogno di contenuti incisivi che sfruttino appieno tutte le tue parole chiave e possano risultare vincenti in qualsiasi competizione. Inserisci come punto fermo nella tua strategia l’esigenza di rimanere informato sui cambiamenti di comportamento dei motori di ricerca, per adattare ed aggiornare continuamente i tuoi contenuti affinchè siano il più possibile freschi e SEO-friendly. Infine, puoi affidarti a JooMa, che ti potrà aiutare nello stilare la strategia SEO migliore per il tuo sito web o per il tuo e-commerce.

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.