Image Link Building: come utilizzare le immagini per essere premiati sui motori di ricerca

Image Link Building jooma

E’ affermazione comune che un'immagine vale più di mille parole, noi del “digitale” affermiamo che, se l'immagine è buona, può valere altrettanti backlink poiché il contenuto visivo, soprattutto in questi ultimi anni, sta dominando il panorama di internet.

Indipendentemente dal fatto che siano foto di prodotti, infografiche personalizzate o quant’altro, le immagini possono essere un’ottima risorsa per costruire nuovi e potenti link.

Crea le tue immagini

L'unico modo in cui la creazione di “link immagine” possa essere una pratica efficace per un brand è avere un portfolio di immagini uniche create su misura; il primo suggerimento è non creare collegamenti su ciò che non è tuo.

Se riesci a scattare foto delle offerte di prodotti o servizi della tua azienda (e sono sicuro che puoi farlo), non c'è motivo per cui non utilizzarle la creazione di immagini uniche; la stessa cosa sarebbe simpatica coinvolgendo i dipendenti al lavoro (se applicabile) e sarebbe persino valido utilizzare immagini inviate dagli utenti con il vantaggio aggiuntivo che l’utilizzo di contenuti generati dagli utenti può innescare risultati inaspettati nelle campagne di marketing.

Al di fuori delle semplici fotografie, la tua azienda può anche produrre grafici, infografiche, ed una varietà di altri contenuti basati su immagini, stando attenti al fatto che, quando si creano contenuti con immagini da zero, è importante utilizzare un design unico e accattivante, per esempio se stai per creare un'infografica, assicurati di includere ricerche originali che aggiungano valore all’esperienza del tuo target, professionale o meno che sia, questo ci assicura anche che nessun altro possa provare a rivendicare la proprietà dei tuoi sforzi creativi.

Prenditi un po 'di tempo per considerare davvero come puoi far risaltare le tue immagini rendendole competitive seppur rimanendo allineate al tuo brand.

Etichettare le immagini di conseguenza

Un errore frequente è il non tenere in debita considerazione il nome delle immagini, questo costituisce un grave handicap dal momento che Google ed altri motori di ricerca ricercano questi dati per ben catalogare le immagini.

Affinché le tue immagini siano ottimizzate di conseguenza, tieni in considerazione queste informazioni:

  • Nome file: non etichettare la foto di un pezzo di pizza nel ristorante come "P_1254.jpg", al contrario cambia il nome in "piazza_ai_peperoni_pizzeria_gennaro.jpg", in modo da individuare non solo il contenuto della foto, ma anche il nome del posto dove è possibile “gustare” il contenuto!
  • Dimensioni dell'immagine: la dimensione dell’immagine ha un impatto enorme sul tempo di caricamento del tuo sito: se la dimensione del tuo file è di 2500×1000 pixel e non è una gigantesca infografica, considera la possibilità di condensarla a ridurla almeno del 50%, ci sono software open surce che possono fare questo per te in maniera automatica, e lo fanno mantenendo la perfetta intellegibilità dell’immagine.
  • Testo alternativo: assicurarsi che il testo alternativo descriva accuratamente l'immagine, rimanendo breve, questa informazione aiuta i motori di ricerca ad identificare la tua immagine.
  • Didascalia: la pertinenza è un fattore di classificazione significativo anche per le immagini.

Crea nuovi collegamenti

Esistono vari modi per creare collegamenti con le immagini.

Il primo (e più semplice) è noto come recupero del link dell'immagine, ovvero indica il link di tue immagini usate da terze parti.

Inizia compilando un database di immagini che possiedi già: loghi, istantanee dei collaboratori, foto dei prodotti, ecc., quindi, individua i siti Web che le utilizzano caricando le singole immagini su Google Immagini , TinEye , Image Raider o qualsiasi strumento di ricerca per immagini: una volta individuati i siti che le utilizzano, contattali chiedendo loro di collegarsi al tuo sito sulla replica.

La strategia successiva di “link building” è solo una buona promozione digitale, per altro molto in voga negli ultimi periodi: se hai creato un'infografica o altra immagine interessante ed utile da cui altri potrebbero trarre vantaggio, riportala nel tuo blog nonché crea un link all’infografica su tutti i social media, poi non fermarti qui, puoi inserire il tuo lavoro in una lunga lista di siti di presentazione di infografica. Questi siti non solo aiutano a promuovere il tuo lavoro, ma molti di loro ti daranno anche dei link.

Nel panorama SEO, le immagini sono una delle risorse più trascurate, molte organizzazioni hanno già una miniera d'oro per l'ottimizzazione della ricerca direttamente sul loro desktop e nemmeno lo sanno.

Assicurati di ottimizzare le tue immagini al meglio e di promuoverle correttamente, ciò potrebbe dare al tuo brand un grande impulso nelle SERP.

Categoria:

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.