branding

  • whatsapp business

    WhatApp è l'app di messaggistica più diffusa in Italia e non solo: nel mondo sono attivi 1,5 miliardi di utenti al mese che si scambiano circa 60 miliardi di messaggi al giorno.
    Del resto, anche osservando le persone che ci circondano, ci accorgiamo che l'app è istallata indistintamente dai ragazzini, dagli adulti e persino dai nonni. E' lecito quindi chiedersi: come può essere sfruttato questo canale per fare marketing?

    WhatsApp Business

    Sia chiaro da subito che per usare WhatsApp per la propria attività è necessario passare a un account WhatsApp Business, scaricando la relativa app gratuita. Sappiate che dopo aver effettuato questa operazione il numero di telefono sarà associato all'account Business e diventerà il numero dell'attività. Meglio quindi procurarsi prima un numero di telefono da usare esclusivamente per l’account aziendale.

    Cosa permette di fare WhatsApp Business?

    Con WhatsApp Business potrai
    - creare un profilo per la tua attività, inserendo una foto o un logo, l’indirizzo del tuo sito web, i contatti e gli orari di apertura;
    - rispondere velocemente alle richieste che ti vengono fatte attraverso le quick reply (risposte alle domande più comuni);
    - analogamente a quanto avviene su Facebook, utilizzare i messaggi automatici di risposta (benvenuto, assenza e così via);
    - accedere alle statistiche (molto limitate!): messaggi spediti, consegnati, letti, e ricevuti;
    - inviare, ovviamente, foto e video.
    In futuro si potrà usare WhatsApp Business per fare cose più interessanti per il marketing: caricare il proprio catalogo prodotti e pagare direttamente dentro WhatsApp come annunciato durante la conferenza F8 2019.

    Lista Broadcast

    Lista Broadcast ti permette di inviare contemporaneamente uno stesso messaggio a più destinatari, avviando una comunicazione privata e senza che tutti gli utenti che fanno parte della lista vedano il contatto degli altri.
    Le liste broadcast possono contenere al massimo 256 contatti e, affinché il destinatario riceva il messaggio, il tuo numero deve essere memorizzato nella sua rubrica. Due grandi limitazioni dovute al fatto che WhatsApp non punta a diffondere contenuti a un ampio pubblico e non può sostituire quindi le mailing list.
    Una campagna marketing su WhatsApp richiede di fatto un grosso investimento in termini di tempo.

    Marketing su WhatsApp: 3 idee

    Non ti scordar di me

    Se hai una piccola attività che fornisce servizi ricorrenti puoi stilare delle liste Broadcast segmentate per target ed inviare messaggi dedicati e importanti per quel gruppo di persone.
    Ad esempio, se ha hai una attività di ristorazione e trasmetti le partite di calcio, puoi inviare settimanalmente la lista degli eventi sportivi che proietterai durante la serata.
    Oppure se sei un estetista, a ridosso delle festività, puoi inviare un messaggio con le offerte o per ricordare di prendere un appuntamento prima che si esauriscano i posti disponibili.

    Customer care

    Rispondere alle domande dei clienti, soprattutto se hai un attività online, è importantissimo!

    Se hai una gioielleria chiedi ai tuoi clienti di inviarti i loro outfit per le occasioni importanti così tu potrai abbinare il gioiello più adatto. Se sei un artigiano che realizza prodotti personalizzati con WhatsApp puoi scambiare con idee con i tuoi clienti oppure informarli sullo stato di lavorazione di un prodotto.

    B2B

    Se il tuo prodotto è distribuito in dei negozi, prepara materiali per i social (foto e video non amatoriali) e distribuiscilo si WhatApp. I tuoi clienti (soprattutto quelli che hanno difficoltà nell'uso del pc) lo potranno facilmente ricondividere sulle loro pagine e sui loro profili e saranno felici di ricevere del materiale nuovo e ben fatto.

     

    Pensi che anche al tuo business possa giovare una campagna mirata su WhatApp? Ottima intuizione!
    Noi di JooMa ogni giorno realizziamo campagne pubblicitarie. Per maggiori info, contattaci, non pungiamo!

  • passare al digitale

    Ci sono tanti modi in cui un'azienda può passare al digitale o ulteriormente implementarlo, dalla gestione interna alla creazione della presenza online. Se non hai già sviluppato una presenza sul web e stai ancora gestendo la tua attività nel modo tradizionale, stai sicuramente perdendo infinite possibilità di crescita.   

    Ecco cinque ottimi motivi per passare digitale.

    1. Efficienza

    Uno dei motivi principali per passare al digitale è l’Enterprise Resource Planning (ERP), ovvero la "pianificazione delle risorse d'impresa", gestita con software specifici che integrano tutti i processi di business rilevanti di un'azienda (vendite, acquisti, gestione magazzino, contabilità ecc.). Noi dello Studio JooMa implementiamo ed integriamo software ERP sia gestionale generico che CRM (Customer Relationship Management) ovvero “gestione delle relazioni con i clienti” (finalizzate al concetto di fidelizzazione del cliente stesso).

    1. Espansione

    Il passaggio al digitale aiuta ad espandere la diffusione del tuo brand. Se ti stai rivolgendo ad un mercato locale o stai cercando di raggiungere un mercato globale, Internet è il modo più affidabile per farlo e soprattutto ti assicura di poter essere trovato dai tuoi potenziali clienti. Ci sono un numero enorme di strategie di Digital Marketing per ampliare la diffusione del tuo marchio, ma se non sei online, con una piattaforma Web che comunichi in modo corretto la bontà del tuo brand, hai davvero pochi modi in cui i potenziali clienti possano scoprire che esiste la tua attività e comunicare con te.

    1. Brand Identity

    La diffusione del brand riveste sempre un’importanza vitale. Per esempio è un dato di fatto che i Millennial vogliono confrontarsi con aziende che sono più che semplici venditori di prodotti, loro cercano marchi che trasmettano sicurezza, affidabilità, in una parola unica “fiducia”. Da qui l’importanza di lavorare in maniera corretta sulla Digital Brand Identity poiché la maggior parte dei nuovi clienti si trova online, ed è qui che dovresti investire per sviluppare il tuo brand.

    1. Riduzione degli sprechi (anche di tempo)

    Il cuore della filosofia Lean è la riduzione degli sprechi. Il mondo digitale ti aiuta, per esempio, ad ottimizzare i tempi sbarazzandoti di quelle fastidiose riunioni, potendo impostare videoconferenze regolari online o comunicare tramite il sistema di messaggistica. Se stai cercando di massimizzare i profitti riducendo gli sprechi, non c’è niente di meglio del mondo digitale.

    1. Trasparenza

    Ci sono due modi di interpretare la voce “trasparenza”: il termine è usato più spesso in riferimento a questioni finanziarie, ma la trasparenza si riferisce anche alle fasi di un processo o attività lavorativa. Lavorare nel mondo digitale con sistemi Lean può far si che tutte le informazioni necessarie siano facilmente accessibili a chiunque ne sia coinvolto. Se un membro della tua squadra sta per completare un progetto, può rapidamente accedere alle informazioni riguardanti l’attività successiva in modo che sia pronto ad iniziare a lavorare sui nuovi compiti appena completate le attività correnti.

    Questa è la trasparenza dal back-end.

    Riepilogo

    Una cosa importantissima su cui normalmente puoi contare quando lavori nel mondo digitale è che puoi facilmente accedere ai tuoi compiti ed ai tuoi documenti da qualsiasi luogo tu sia, soprattutto se hai come obiettivo quello di migliorare i tuoi livelli di produttività. Il digitale ti aiuta ad ottimizzare il tuo lavoro, ma, se ci rifletti, i due principali vantaggi sono l'efficienza e la riduzione degli sprechi.

    Hai bisogno di qualche consiglio per digitalizzare la tua attività? Vuoi entrare nel digitale in maniera corretta e produttiva? Lo Studio JooMa può affiancarti aiutandoti a realizzare il tuo progetto: prendi contatto con i nostri esperti, ti assicuriamo che… non pungono!

  • Cosa inserire nell'home page

    Ti sarà sicuramente capitato, passeggiando nelle vie della tua città, di fermarti a guardare la vetrina di un negozio e subito dopo di decidere di entrare. 

    Le vetrine dei negozi sono degli strumenti di comunicazione che, se strutturate bene parlano del negozio, dei suoi prodotti e anche dei suoi clienti. L'allestimento di una vetrina attrae o respinge chi la guarda. La stessa cosa accade con l'home page del tuo sito web: deve comunicare  chi sei, cosa fai e come lo fai. In una parola deve essere capace di allinearsi con il tuo target, con i suoi bisogni, i suoi desideri, i suoi problemi.

    Un'home page che colpisce ed incuriosisce il tuo potenziale cliente lo spinge ad "entrare virtualmente" nel tuo negozio e a pensare "questo è il posto giusto per me, è proprio quello che cercavo!".

    Come costruire una pagina che parli di te? Non ci sono formule magiche da applicare ma oggi vogliamo darti 6 consigli pratici da cui iniziare.

    Inizia presentandoti

    Metti subito in chiaro chi sei e cosa fai: 

    "JooMa è lo studio creativo in Abruzzo specializzato nell'ideazione, gestione e promozione di web site ed e-commerce"

    recita così la nostra intestazione sull'home page che serve a presentarci e a dire chiaramente di cosa ci occupiamo a chi non ci conosce ancora.

    Scrivere qualcosa del tipo "Sono Pinco Pallo e mi occupo di Panco Pillo" è un modello adatto sia alle piccole sia alle grandi aziende (lo usano Wordpress,  WooCommerce,  Basecamp, ad esempio) perché serve a presentarsi, a far ricordare il proprio nome a chi non lo conosce ancora, a posizionarsi correttamente sul mercato e a colloquiare col proprio target immediatamente. 

    Se vuoi iniziare con il piede giusto ora sai come fare.

    Cosa fai di bello?

    Ora è il momento di approfondire quanto detto in modo sintetico in precedenza.

    Ricordati sempre di parlare al tuo target anche quando stai spiegando chi sei, cosa fai, per chi lo fai. Spiega anche perché lo fai: cosa ti spinge, da dove è nato il bisogno di produrre in un certo modo. 

    Fai vedere i tuoi prodotti o i suoi servizi e tieni sempre presente che sei qui per vendere. Un e-commerce non diviso correttamente in categorie risulta molto dispersivo così come se mostri solo 3 prodotti non sarai preso sul serio, a parte rarissime occasioni. Se invece il tuo è un sito di un consulente, mostra nel dettaglio tutti i tuoi servizi, spiegando bene cosa fai e a chi ti rivolgi.

    Usa foto e video dove necessario, possibilmente non amatoriali.

    Racconta dei tuoi clienti

    Chi sono i tuoi clienti? Cosa hai fatto per loro? Apri un portfolio o scrivi dei casi studio per mettere in evidenza come hai risolto i problemi o hai aiutato a crescere una realtà.

    Anche in questo caso l'obiettivo non è pavoneggiarsi. Il tuo vero scopo è far capire al target che sei il professionista giusto per lui.

    Che dicono di te?

    Le recensioni, se usate correttamente, sono davvero una manna dal cielo. Prova a pensare: in quanti ristoranti sei entrato, ultimamente, solo dopo aver guardato le recensioni online? Ecco, anche i tuoi clienti faranno lo stesso con la tua attività.

    Quanto i tuoi clienti fidelizzati parlano bene di te ai nuovi clienti è facilissimo che quest'ultimi si immedesimino nella recensione. Il gioco a questo punto è fatto.

    Metti in bella mostra il nome di chi recensisce e se è necessario anche l'azienda per cui lavora e il suo sito web, in questo modo la recensione risulterà veritiera e la tua credibilità aumenterà. 

    Qualche dubbio?

    FAQ, termini di servizio, spedizione e resi servono a tranquillizzare i tuoi possibili clienti e a sciogliere tutti dubbi di chi non ti conosce ancora.

    Scrivi questa sezione con precisione possibile perchè sarà l'ago della bilancia per tutti i possibili clienti indecisi che cercano conferma della tua affidabilità.

    Ora è il momento, parlami di te

    In coda alla tua home page, inserisci news, iscrizione alla newsletter, contatti e social. 

    Chi vorrà seguirti avrà tutte le possibilità per farlo.

    Qualche dubbio su come strutturare la tua home page? Contattaci, non pungiamo!

  • Google post

    Google Posts è in circolazione da circa un anno e mezzo, eppure si resta sorpresi dal numero di aziende che ancora non ne hanno realmente sfruttato i numerosi vantaggi. 

    Questa funzione di Google My Business consente di pubblicare i contenuti direttamente nelle pagine dei risultati del motore di ricerca quando gli utenti fanno ricerche specifiche sul brand commerciale.

    Google Posts è stato utilizzato per la prima volta dai candidati alla presidenza degli Stati Uniti, prima di essere offerto ad un piccolo numero di aziende; ora è aperto a tutti coloro che hanno un account Google aziendale verificato e vi sono così tanti motivi per cui dovresti approfittare di questa funzione.

    Di seguito alcuni vantaggi reali nell’utilizzo di Google Posts.

    Mostra ciò che vuoi della tua attività

    Google Posts non deve essere utilizzato esclusivamente per le vendite: puoi mostrare, ad esempio, il "volto dietro le quinte” della tua attività e divertirti un po', oppure anche solo pubblicare un messaggio speciale durante la stagione delle vacanze. 

    Tutto ciò può essere un supporto, a lungo termine, per creare fiducia nel tuo brand e può farti raggiungere traguardi impensati per le tue conversioni.

    Ottieni ulteriore traffico sul tuo sito

    I Google Posts sono dotati degli specifici pulsanti “call to action” tramite i quali puoi indirizzare il traffico dove desideri, indipendentemente dal fatto che sia la tua home page, la pagina di destinazione o un luogo molto specifico.

    Se scegli di indirizzare gli utenti ad una pagina di destinazione specifica, assicurati che il contenuto della stessa corrisponda al contenuto del Posts affinché possa evitare che l'utente si allontani dalla tua pagina: assicurati, inoltre, di avere il tempo necessario per pensare a “call to action” che abbiano un giusto significato poiché lo specifico uso, fatto in maniera costruttiva ed intelligente, procura lead e conversioni.

    Rafforza i tuoi sforzi nel SEO

    Google Posts può anche essere d’aiuto a ridurre i tassi di rimbalzo e ciò risulta sicuramente ben positivo per il SEO, ottimo per i lead e buono per promuovere la tua agenda particolare.

    Se ti trovi a dover lottare per inserire correttamente in Serp determinate pagine interne al tuo sito web, i Posts possono aiutarti ad attirare l'attenzione di un numero maggiore di persone e, auspicabilmente, generare anche qualche backlink.

    Recentemente, Google ha implementato una nuova funzionalità che ha cambiato le regole del gioco per le schede di Google My Business, ovvero ha inserito un pulsante "Segui" all'interno di Google Maps e quando un utente sceglie di seguire la tua attività, riceverà una notifica ogni volta che aggiorni la tua pagina di Google My Business. 

    Genera più backlink

    I Posts potrebbero sicuramente essere d’aiuto per raggiungere questo obiettivo ma è necessario offrire ottimi contenuti o qualcosa di grande interesse. 

    I Posts sono un ottimo modo per mostrare contenuti interessanti al tuo pubblico: puoi “spingere” un contenuto che ritieni possa generare una buona discussione e, a sua volta indurre più backlink al tuo sito.

    Versatilità di marketing

    I Posts ti danno la possibilità di creare visibilità ad un prodotto, ad un evento o ad un'offerta, in base alla zona specifica della tua attività.

    La loro capacità di distribuire collegamenti, copie ed immagini in modo piuttosto ampio, offre agli utenti una grande flessibilità e di sicuro ti danno la possibilità di colmare alcune mancanze nel tuo approccio di marketing nonché presenta forti inviti all'azione (call to action).

    Un grande vantaggio dei Posts è quello di essere in grado di iniettare parti specifiche del contenuto direttamente nelle SERP e tutto ciò ti dà la possibilità di indirizzare i potenziali clienti verso canalizzazioni di vendita consolidate e persino monitorare il successo del tuo Posts incorporando codici UTM tramite Google Campaign URL Builder: questo significa maggiore esposizione per te, senza eccessivi sforzi extra.

    Per ottenere il Massimo dai tuoi Posts limita il contenuto a 100 parole: benché Google te ne permetta 300, non tutte saranno visibili e sicuramente non vuoi che i tuoi lettori si perdano informazioni importanti. Adotta un tono di conversazione amichevole e non dimenticare di includere keyword di destinazione in qualsiasi copia. Se utilizzi immagini, assicurati che siano di dimensioni 750 x 750 pixel e centrate in modo da non perdere nulla se vengono ritagliate: puoi anche selezionare le immagini di test A / B per ottenere le migliori percentuali di clic.

    Il punto principale da ricordare è “postare” spesso! I Posts rimangono in diretta per sette giorni ed al momento non esiste un modo per pianificare i Posts. Gli eventi attivi fino a quando l'evento non sarà terminato.

    Se vuoi sfruttare questa enorme potenzialità messa a disposizione da Google ma hai ancora qualche dubbio, contatta lo staff dello Studio JooMa, siamo qui a tua disposizione e… non pungiamo!

  • Come progettare la giusta immagine espositiva per le fiere

    Le fiere espositive offrono l'opportunità di dare impulso alla brand reputation e costituiscono anche un solido canale di vendita. I partecipanti visitano le fiere per ampliare (a livello professionale) la conoscenza dei prodotti esposti o per acquistare le ultime novità proposte dal mercato. Le aziende che vi partecipano possono migliorare la reputazione del brand, informare il loro pubblico e costruire relazioni con i visitatori, chiave di volta per concludere vendite vantaggiose.  

    Le fiere sono competitive, ed è logico prepararle al meglio nei minimi particolari, partendo dall’allestimento dello stand che dovrà essere personalizzato in base ai tuoi obiettivi commerciali.  

    Vediamo quali possono essere i suggerimenti di base per avere il giusto successo nelle fiere.

    Costruire la Brand Reputation

    Se il tuo obiettivo aziendale è quello di creare la giusta Brand Reputation, dovrai assolutamente mantenere la coerenza attraverso il materiale divulgativo visivo, i materiali di marketing ed il sito web. Il tuo stand dovrà essere allo stesso tempo unico e ben identificabile rispetto ai quelli dei concorrenti diretti nonché agli stand limitrofi.  

    Generare nuovi lead e vendite

    Se il tuo obiettivo è generare lead e clienti, il design accattivante diventa sicuramente l'aspetto cruciale: i visitatori dovranno rimanere attratti dal tuo stand.

    Innanzitutto cerca di dare una posizione primaria al logo ed al nome dell'azienda, cerca di attirare l'attenzione mentre i visitatori percorrono il corridoio espositivo, opera preventivamente on line con i Social Media, invia inviti e genera hashtag per informare della tua presenza in fiera lavorando su più piattaforme social.  

    Un invito e-mail personalizzato dovrà essere recapitato ai potenziali visitatori e prospect: spesso i visitatori più organizzati visitano le fiere con l'elenco dei fornitori dove recarsi, fai in modo che questi potenziali clienti aggiungano il nome della tua azienda al loro elenco.  

    Lanciare nuovi prodotti o servizi

    Le fiere costituiscono un’ottima opportunità per il lancio di nuovi prodotti: sarà necessario organizzare presentazioni o dimostrazioni nella propria area espositiva, inserire un campione o un modello del nuovo prodotto da lanciare nonché la relativa cartellonistica dovrà essere creativa ed interessante per coinvolgere i partecipanti. La grafica, compreso il logo e il nome dell'azienda, dovrà essere collocata il più in alto (e visibile) possibile rispetto a qualsiasi altra cosa all'interno dello stand affinché possa essere notata anche a distanza.  

    Prima impressione

    La prima impressione è la cosa più importante di cui tener conto, pertanto, scegli di personalizzare il tuo stand per fare una buona prima impressione e coinvolgere il pubblico con una comunicazione grafica creativa. Personalizzare non significa avere uno stand vistoso. Il miglior stand racconta la storia del marchio e trasmette un messaggio al pubblico.

    Evidenzia il tuo marchio

    La grafica utilizzata nello stand dovrà ricondurre l’istinto del visitatore al tuo logo ed al tuo brand, dovrà essere stampata su materiale di qualità con un tema cromatico adeguato ed immagini chiare.

    Aiuta i partecipanti a ricordare il tuo marchio, assicurati di scrivere un messaggio accattivante con un'immagine che colpisca, in modo che le persone possano memorizzarlo facilmente.  

    Sii creativo

    Per raggiungere gli obiettivi, bisogna dare ampio spazio alla creatività. Usa lo sfondo dello stand per raccontare la storia del marchio, puoi anche usare forme tridimensionali per enfatizzare un prodotto o stimolare emozioni specifiche ai tuoi visitatori.

    Indurre a condividere

    La reputazione del brand dovrà essere estesa oltre le pareti del tuo stand! Stimola i partecipanti a condividere le foto del tuo stand o del tuo marchio sui Social Media, crea un angolo particolare in cui le persone possano scattare selfie simpatici e di conseguenza condividere le foto sui canali social, fai in modo che la foto mostri il tuo indirizzo web, il logo, il nome ed il relativo hashtag.  

    Quando i visitatori taggano i loro selfie con l'immagine del tuo stand in fiera non fanno altro che aumentare la visibilità della tua azienda, inoltre, se hai progettato una pagina specifica sul tuo sito web istituzionale, il tuo marchio aumenterà ulteriormente di visibilità in quanto le persone in fiera che hanno condiviso la tua immagine sui canali social, saranno incuriositi nel visitare il tuo sito web.  

    Oltre alla personalizzazione dello stand e del materiale divulgativo da studiare specificatamente per le fiere, sarà necessario conoscere le esigenze del pubblico, stabilire gli obiettivi, assumere il personale giusto per lo stand e, soprattutto, seguire successivamente gli ottimi contatti rilevati.

    Se hai focalizzato l’importanza della partecipazione alle fiere, ma hai ancora qualche dubbio su come organizzare la tua presenza e su come dare risalto al tuo brand, lo Studio JooMa è qui per te, per fugare tutti i tuoi dubbi e, se lo riterrai necessario, per darti una mano per organizzarti al meglio. Contattaci… non pungiamo!

  • Email efficaci

    È dura: passi del tempo nel creare con cura email di marketing che poi saranno ignorate dalla maggior parte dei destinatari... eppure, secondo uno studio statunitense una email può generare fino a 44 dollari di ritorno su ciascun dollaro investito.

    Ma allora cosa stai facendo di errato? Forse assolutamente niente: i consumatori ricevono in media fino a 100 email giornaliere, di conseguenza, in alcuni casi si tratta semplicemente di un eccesso di carico di email. 

    Vediamo insieme, come con alcuni semplici trucchi e suggerimenti, puoi cercare di ottenere una percentuale di clic e di aperture più elevata per le tue campagne di Email di Marketing.

    1. Inizia con un indirizzo email professionale

    Potresti non notare nulla di sbagliato nell'usare un indirizzo email di Gmail o Hotmail per la tua azienda, ma prova ad osservalo dal punto di vista del cliente: utilizzando un indirizzo email generico puoi comunicare che non prendi sul serio la tua azienda per investire la piccola somma che potrebbe costare uno specifico indirizzo aziendale.

    L'uso di un indirizzo email professionale associato al tuo nome di dominio non solo appare maggiormente professionale, ma aiuta anche i tuoi destinatari a sapere immediatamente da chi stanno ricevendo email. 

    Stai lavorando per dare maggiore visibilità a te stesso e più professionale e coerente sei con il nome della tua attività e il tuo sito web, più è facile per le persone riconoscerti.

    1. Utilizzare un nome 'Da' riconoscibile

    Puoi presumere che tutti i tuoi clienti sappiano che tu, Gennaro, sei il CEO della tua azienda che spedisci loro le email di marketing e, benché tutto ciò è sicuramente efficace in quanto l'approccio personale è amato dai clienti, potrebbe esserci il rovescio della medaglia, ovvero limitare il numero di persone che aprono le tue email se, non conoscendoti, vedono genericamente un messaggio da "Gennaro”.

    Di contro, includi anche il nome della tua azienda. "Gennaro di Comunicazioni & Affini Srl”, questo li aiuta a collegare i punti tra il tuo brand (da chi vogliono ricevere email) e te come il volto dell'azienda.

    1. Rendi ovvio il tuo “Oggetto” della mail

    L'email non è il posto per essere criptico, specialmente in quella prima riga contrassegnata “Oggetto:”.

    È quella linea singola (da 17-24 caratteri per ottenere i migliori risultati) che fa sì che le persone aprano la tua email o la cancellino. 

    Quindi è imperativo che generi subito, in maniera diretta, la motivazione per far aprire l'email “colpendo” l’utente nella riga dell'Oggetto: ecco alcuni esempi:

    • Risparmia il 30% sui jeans da donna!
    • Condividi la tua opinione e ricevi un dono di ringraziamento.
    • Un buono da 10 euro per te per ringraziarti della tua fedeltà.

    Nell’Oggetto dovrebbe essere assolutamente ovvio ciò che il destinatario otterrà aprendo la tua email, assolutamente senza utilizzare alcuna “esca”, inoltre usa parole che inducano ad aprire l'e-mail nel più breve tempo possibile.

    1. Attenersi al focus

    Certo, potresti voler dire ai tuoi lettori della tua attuale vendita, dei tuoi piani di espansione e condividere una foto del cane della compagnia ma frena l’entusiasmo perché troppi annunci travolgeranno il tuo pubblico. 

    Invece, mantieni un “basso profilo” ma che sia interessante e motivante per l’utente: uno o due punti per email sono sufficienti. 

    Se hai una promozione in corso, questa è un buon contenuto per una email, ed eventualmente puoi riservare gli annunci aziendali per una email separata o condividerli sui Social Media o sul tuo Blog.

    Inoltre mantieni breve, per quanto possibile, il testo della tua email ed eventualmente utilizza immagini significative. Le persone faranno meno fatica a leggere i contenuti ed otterranno subito le buone informazioni anticipate nell’Oggetto.

    1. Trova la tua cadenza

    Uno dei motivi principali per cui le persone si cancellano dalle email è che li ricevono troppo spesso: evita di travolgere i tuoi iscritti inviando troppe email ogni mese. 

    Potrebbero essere necessari alcuni test per trovare quale cadenza funziona: un brand di vendita al dettaglio potrebbe riscontrare buoni risultati nell'invio di e-mail settimanali, mentre un'azienda B2B potrebbe scoprire che una volta al mese è più che sufficiente.

    Monitora le percentuali di apertura e annullamento dell'iscrizione per capire quante volte il tuo pubblico vuole sentirti.

    1. Copia ciò che ti piace

    L'imitazione è la più sincera forma di adulazione, vero? 

    Passa un po' di tempo a spulciare le email ammucchiate nella tua casella di posta e vedere quali sono in risonanza con te. 

    Quali immagini, layout o formulazione catturano la tua attenzione? Quali linee tematiche ti hanno catalizzato l’attenzione e spinto ad aprire le email?

    Prendi nota delle cose che funzionano per te e cerca di incorporarne alcune nelle campagne future.

    1. Misura, misura, misura

    Puoi leggere tutti i consigli online su come inviare email efficaci, ma la verità è che il tuo pubblico è unico, i tuoi clienti comunicheranno attraverso le loro azioni e tu li dovrai ascoltare se vuoi migliorare la tua strategia di Email Marketing.

    Per ciascuna campagna che lanci, guarda quante persone hanno aperto la tua email: una bassa frequenza di apertura potrebbe indicare che la riga dell'oggetto non è interessante o la stai inviando in un orario meno efficace oppure che invii troppe email.

    Successivamente, guarda quante persone hanno fatto clic sul link che hai inserito nella email (call to action); se non rilevi tutti i clic che desideri, potrebbe darsi che l'offerta fosse poco accattivante o che il link fosse difficile da trovare. 

    Queste sono tutte cose che dovresti modificare nella tua prossima campagna, ma è sufficiente modificare solo una cosa per ciascuna campagna in modo da sapere quale fattore ha portato ad un miglioramento dei risultati.

    L'email marketing può essere molto efficace, ma devi impegnarti a garantire che tu stia offrendo ciò che i tuoi clienti desiderano, direttamente nella loro casella di posta.

    Non hai mai intrapreso un’azione di mail email Marketing? Lo hai fatto ma i risultati sono stati scoraggianti? Sai come fare ma vuoi migliorare l’engagement? Vorresti essere presente presso i tuoi clienti con campagne periodiche di Email Marketing ma non hai le risorse ed il tempo necessari per poterle fare?

    Cosa aspetti, chiama lo Staff dello Studio JooMa, siamo a tua disposizione: contattaci… non pungiamo!

  • Guida content marketing

    Potresti aver sentito un sacco di parole sul Digital Marketing, sul Content Marketing, sul Social Media Marketing e sul SEO. 

    Di seguito parleremo specificamente di come un’azienda dovrebbe iniziare ad affrontare il Content Marketing. 

    Innanzitutto vediamo cosa si intende: il Content Marketing riguarda la sensibilizzazione dei clienti con il giusto messaggio, comunicato nel momento giusto, non solo per ottenere clic ma per motivare alla comprensione dei contenuti del brand e prendere una decisione di acquisto. 

    Segui questi passaggi per veicolare e raggiungere gli obiettivi di comunicazione del tuo brand.

    1. Definire gli obiettivi di marketing e gli obiettivi di rendimento

    Prima di iniziare il percorso verso il successo, decidi chiaramente i tuoi obiettivi di marketing, questi includono

    - chi vuoi raggiungere,

    - quali vantaggi offre il tuo brand,

    - qual è il messaggio della tua campagna

    - quale piattaforma vuoi utilizzare per diffondere il tuo messaggio

    - come misurare il rendimento della tua campagna. (Ciò può essere fatto esaminando la crescita delle vendite, il traffico verso il sito Web, la classifica del sito Web e il numero di ricerche.

    1. Analizza e definisci la tua condizione attuale

    La maggior parte dei brand “pretende” di comunicare con propri clienti tramite i Social Media, Blog, Video o con il proprio sito Web. 

    Prima di iniziare ad immettere (e “spingere”) i contenuti tramite i canali digitali, analizza la tua attuale situazione (ad esempio, quali contenuti funzionano, quali sono i difetti e quali sono i contenuti non significativi che riempiono solo spazio). 

    Per ottimizzare il contenuto del sito web, prova ad usare strumenti quali Screaming Frog che mette a disposizione ottimi strumenti per ottimizzare i titoli, gli URL, le Meta Description, i tag H1 e H2 nonché aiuterà a scovare i problemi. Analogamente, per la valutazione delle parole chiave, puoi utilizzare Alexa per trovare le migliori parola chiave adatta al tuo brand o prodotto.

    1. Studia il tuo archivio clienti

    Profilare i tuoi clienti e soddisfare i loro bisogni in base alle loro esigenze aiuterà il tuo brand a comunicare il giusto messaggio alle persone giuste. 

    Utilizza Google Trends per trovare le keyword corrette necessarie nella tua particolare regione, usa Alexa per identificare i dati demografici dei visitatori, usa FollowerWonk per il profilo pubblico su Twitter ed infine puoi utilizzare Similarweb per sapere quale piattaforma guida maggiormente il tuo consumatore. Questi strumenti renderanno ben più facile il tuo viaggio nel Content Marketing.

    1. Mantieni un controllo sui tuoi concorrenti

     Analizza cosa sta facendo il tuo concorrente e quale piattaforma sta indirizzando il traffico al suo target di riferimento. L'utilizzo di Google Analytics o di qualsiasi altro strumento di analisi dei dati web ti aiuterà a individuare la destinazione del tuo cliente target e nel progettare il tuo contenuto per quella specifica piattaforma che sembra essere efficace in base ai tuoi obiettivi di rendimento.

    1. Finalizza il tipo di contenuto

    È necessario focalizzare quali contenuti sono più adatti per il cliente target quali video, libri, post di blog, webinar ecc.

    Per deciderlo è necessario utilizzare gli strumenti di analisi già menzionati, mantenendo ben presente i tuoi obiettivi da raggiungere ed il budget che puoi investire.

    1. Pianifica e segui il tuo calendario editoriale

    Questo implica l'invio del messaggio giusto al momento giusto ed il conseguente coinvolgimento del pubblico di destinazione. 

    Mantenere costantemente aggiornato un calendario editoriale che ti ricorderà quando pubblicare i tuoi contenuti ti aiuterà a raggiungere il tuo obiettivo in modo sicuramente più efficace. 

    Puoi pianificare un calendario annuale o mensile ma ricordati solo di tenerlo aggiornato con le modifiche necessarie per il tuo messaggio al pubblico. 

    1. Creazione di contenuti

    Seguire il “7A Framework” (Agile, Authentic, Attention, Audience, Authority, Action, Accelleration) può aiutare il tuo brand nel creare buoni contenuti e molte agenzie pubblicitarie e guru del marketing seguono questa rigorosa strategia. 

    Mantenere il contenuto “agile” ti aiuterà ad inviare il messaggio giusto ai clienti, a seconda delle loro mutevoli esigenze, tuttavia è corretto portare a termine costantemente anche un’analisi per capire il pubblico. 

    In pratica il contenuto deve essere autentico, unico e coinvolgente.

    1. Veicolazione del messaggio e misurazione delle prestazioni

    Il passaggio finale nel Content Marketing consiste nel decidere quale mezzo utilizzare per distribuire i propri contenuti (email, post sui Social Media o video) e, a seguire, è indispensabile misurarne i risultati in modo tale che, in presenza di lacune, puoi effettuare le modifiche e ripetere l’operazione

    Conclusione

    Il Content Marketing deve andare ben oltre il semplice clic bensì deve cercare di ottenere sostegno e maggiore attenzione da parte dei clienti. 

    Il contenuto dovrebbe essere scritto in un modo che costringa il pubblico a relazionarsi ed agire e questa azione genererà vendite. 

    A questo punto, mentre stai seguendo questo percorso, prendi nota dei punti precedenti per assicurarti che la tua attività abbia successo.

    Il Content Marketing ti sembra ancora una “materia oscura”? Hai qualche dubbio o qualche delucidazione per approfondire l’argomento? Noi dello Studio JooMa siamo a tua disposizione: contattaci, non pungiamo!

  • Instagram 2019

    I social media cambiano e si evolvono continuamente, ogni nuovo anno porta nuovi aggiornamenti sugli algoritmi nonché tendenze emergenti che determinano il modo in cui interagiamo online. 

    Tutto ciò fa sorgere una domanda: come puoi essere sicuro di ottenere il massimo dal tuo canale Instagram? 

    Di sicuro, l’ultima cosa che vuoi fare è sprecare il tuo tempo usando i filtri sbagliati e le GIF fastidiose che non faranno nulla per il tuo ROI (Ritorno dell’Investimento): diamo insieme un'occhiata a ciò che devi sapere su Instagram per questo 2019. 

    La nascita di IGTV

    IGTV è la nuovissima piattaforma video online per gli utenti di smartphone. 

    Instagram ha creato questa piattaforma per consentire la condivisione di video ben più lunghi di pochi secondi: di sicuro questa piattaforma video non sostituirà YouTube bensì offrirà agli inserzionisti un modo per connettersi direttamente con il loro pubblico attraverso la riproduzione dei propri video online. 

    IGTV offre ai singoli brand l'opportunità di creare contenuti ben più estesi e tutto ciò in ragione delle più recenti statistiche secondo le quali le nuove generazioni amano essere in grado di trasmettere in streaming, direttamente dai loro smartphone.

    Puoi utilizzare autonomamente IGTV per condividere i cambiamenti nuovi ed imminenti nel tuo brand, oltre a creare una serie di video che manterranno il tuo pubblico coinvolto e interessato.

    Amplifica la tua Social Narrative con le Stories di Instagram

    Ci sono molti componenti diversi nella tua pagina Instagram, uno di questi consiste nelle tue Instagram Stories che giocano un ruolo vitale in qualsiasi strategia di Marketing si voglia intraprendere su Instagram. 

    Le statistiche di Instagram hanno dimostrato che le persone si stanno avvicinando sempre più ai video come loro media preferiti online: ecco perché IGTV sarà così popolare nel 2019. 

    Una cosa importante da ricordare: quando usi le tue Instagram Stories per attirare il pubblico devi fare attenzione affinché non siano complesse, ovvero più sono semplici e lineari più i tuoi follower manifesteranno interesse.

    Queste possono includere uno sguardo dietro le quinte della tua routine quotidiana o come lavori in ufficio e puoi anche utilizzare le Instagram Stories per creare sondaggi e chiedere al tuo pubblico la loro opinione su determinati prodotti. 

    Resta al passo con il tuo impegno

    Con caratteristiche sempre più popolari quali i sondaggi sulle Stories, non sorprende che l'engagement sia ancora uno degli aspetti maggiormente critici nella gestione di una pagina Instagram di successo.

    L'engagement di Instagram è importante ma è anche una delle attività più dispendiose in termini di tempo, soprattutto durante la creazione ed il lancio di un brand. Per questo motivo è una buona idea usufruire dell'aiuto di terze parti (affidabili) che possano mettere a frutto le loro competenze e la loro esperienza mentre aumentano il coinvolgimento sul tuo brand. 

    Più ti impegni con il tuo pubblico, più è probabile che il tuo brand abbia popolarità. 

    I post dello shopping sono popolari

    Negli ultimi mesi Instagram è diventato sempre più interessante per i venditori, per le aziende e per i brand di e-commerce. 

    Il marketing su questa piattaforma di social media ha raggiunto nuovi traguardi poiché le aziende hanno scoperto che fino al 70% degli utenti di Instagram utilizza il proprio smartphone per acquistare prodotti.

    Aiutare i tuoi clienti ad acquistare il tuo prodotto attraverso i tuoi post è una delle migliori forme di coinvolgimento online attualmente disponibile. Se stai integrando i post Shoppable su Instagram insieme alle tue Stories, stai rendendo più facile per il tuo pubblico acquistare il tuo prodotto. 

    Tutto ciò che i tuoi follower dovranno fare è cliccare sul pulsante "acquista ora" sui tuoi post shoppable. Anche se questa funzione è in circolazione da un po' di tempo, viene aggiornata continuamente, il che significa che è una funzione da tenere d'occhio nel 2019. 

    Pay to Play 

    Su Instagram, al momento, fino ad otto utenti su dieci seguono almeno un account aziendale: tenendo ben presente questa statistica, peraltro prevista in aumento nel 2019, è possibile esplorare i vantaggi della promozione a pagamento per aumentare le possibilità di successo su Instagram. 

    Per assicurarti che i tuoi contenuti si distinguano dalla massa, assicurati di conoscere i tuoi dati di copertura aggregati disponibili sul tuo Instagram; è sicuramente molto valido promuovere un post e quindi tracciarne il successo, in modo da sapere dove dirottare l’investimento del tuo budget. 

    Nel 2019 la copertura organica sarà ancora piuttosto rilevante ma farai fatica ad ottenere l’engagement senza implementare promozioni a pagamento. 

    Riepilogo

    Ogni anno che passa, Instagram diventa più attraente per i consumatori e per le imprese, tuttavia, a meno che non ti adatti con costanza alle modifiche che vengono implementate continuamente sulla piattaforma, non sarai in grado di tenere il passo con ciò di cui il tuo target di riferimento ha bisogno.

    Con gli strumenti giusti e un buon livello di impegno, sarà ben più facile, per il tuo brand, rimanere in cima a questo Social Media in continua evoluzione.

    Non sei ancora presente su Instagram con il tuo brand oppure hai dubbi su come gestire correttamente il tuo canale aziendale? Noi di JooMa siamo qui, apposta per darti una mano: contattaci… non pungiamo!

  • Perché avviare un'attività di e-commerce

    Lo sviluppo di Internet ha cambiato il modo in cui le aziende possono rivolgersi ai loro clienti; al giorno d’oggi il settore dell'e-commerce è visto come una solida industria, e sempre più persone acquistano beni e servizi attraverso piattaforme online, in quanto hanno acquisito e migliorato la loro fiducia nell'affidabilità dei servizi forniti dalle società di e-commerce.  

    Poiché la fiducia dei consumatori è in aumento, le aziende, sia che vendano beni che servizi, dovrebbero prendere in considerazione l’opportunità di avviare il business anche nel settore online, poiché numerosi vantaggi possono derivare da questa attività, primo tra tutti è il più ampio mercato di consumo che l'azienda potenzialmente può essere in grado di raggiungere, stando il fatto che un negozio online non è vincolato da confini geografici.  

    Orario di lavoro di un negozio online  

    È possibile accedere ad un negozio online da qualsiasi parte del mondo, in qualsiasi momento, e le transazioni finanziarie possono essere completate dai clienti al di fuori dell'orario lavorativo dell'azienda (la piattaforma di e-commerce è in grado di ricevere ordini in qualsiasi ora).

    Un business di e-commerce può essere aperto 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana e può vendere prodotti o servizi durante tutto l'anno, questo è uno degli aspetti più importanti, in quanto può massimizzare i profitti dell'azienda. Durante l'orario di lavoro dell’azienda, i dipendenti possono essere online per fornire assistenza per qualsiasi tipo di richiesta inviata dai clienti a completamento di quella offerta sulla piattaforma Web.  

    Chiaramente, un'azienda operante nell'ambiente online dovrà rispettare una serie di normative commerciali, proprio come nel caso delle imprese tradizionali, con requisiti specifici applicabili all'attività del negozio online.

    Negozio online – costi diametralmente inferiori  

    Un negozio tradizionale, come logica, ha costi operativi più elevati rispetto a un negozio online.

    I costi fissi specifici relativi all'affitto ed al mantenimento di un luogo fisico non si applicano al negozio online e l'azienda può anche comprimere i costi del personale in quanto condurre un business nell'ambiente online richiederà anche meno dipendenti.  

    Altro aspetto interessante è dato dal fatto che l'azienda può ridurre i costi operativi conducendo campagne di marketing e pubblicità attraverso gli strumenti online: social media, traffico dei motori di ricerca o pay-per-click sono solo alcune delle opzioni disponibili per questo tipo di attività.  

    Offrire informazioni migliori sui prodotti e/o servizi dell'azienda  

    Un altro vantaggio che dovrebbe essere preso in considerazione da coloro che sono interessati a lanciare una piattaforma di e-commerce è dato dalla quantità di informazioni che i clienti possono ricevere sui prodotti o servizi venduti.

    Sebbene i dipendenti dell'azienda debbano essere addestrati a fornire informazioni approfondite su qualsiasi prodotto o servizio, l’eventuale ampia quantità di tali prodotti limiterà la capacità di acquisizione delle informazioni importanti sugli stessi. Una piattaforma di e-commerce può offrire l'opportunità di caricare i prodotti ed i servizi con presentazioni ridotte od estese riguardanti le caratteristiche degli articoli trattati insieme alle istruzioni d’uso ed alle specifiche di garanzia nonché numerose altre informazioni.

    Migliore analisi dei clienti aziendali

    Nel caso di un negozio tradizionale, l'azienda generalmente conosce poche informazioni sulle caratteristiche dei propri clienti; in un negozio online, l'azienda può comunicare meglio con i propri clienti, in quanto l'acquisto online richiede generalmente la creazione di un account sulla piattaforma di e-commerce aziendale, fornendo dati personali specifici (come nome, indirizzo e-mail, numero di telefono), indipendentemente dal fatto che il cliente provenga dall’Italia, dagli Stati Uniti, dall'Australia o da qualche altra nazione.  

    Da non sottovalutare l’opportunità, per gli eventuali agenti dell'azienda, di attingere ad informazioni aggiornate, sui prodotti ai quali i clienti sono più interessati, sui prodotti che hanno registrato il più alto livello di vendite e altri dati statistici sicuramente utili per aumentare il valore della loro attività.  

    Se aprire un’attività on-line è di tuo interesse, lo Studio JooMa è a tua completa disposizione per studiare un nome adeguato al tuo negozio on line, registrare il tuo nome a dominio, progettare la tua piattaforma di e-commerce con carrello e gateway di pagamento (per accettare le carte di credito anche dai clienti internazionali) e per fornirti tutto il supporto e la consulenza pre/post vendita, necessaria per la tua tranquillità. Vendere on line non è mai stato così facile perché JooMa è qui a darti una mano, contattaci… non pungiamo!

  • Indirizzo email personalizzato

    Se sei un piccolo imprenditore con un sito Web istituzionale, con una serie di canali Social Media ed un Blog attivo, stai facendo Digital Marketing nel modo giusto, ma se stai utilizzando un indirizzo e-mail personale o una email ospitata da società tipicamente associate ad indirizzi personali (come Gmail o Yahoo), stai sicuramente sbagliando.  

    Questo piccolo ma fondamentale dettaglio spesso fa perdere credibilità all’immagine aziendale: ecco cinque importanti motivi per cui è necessario un indirizzo email personalizzato.  

    Aumenta la professionalità

    Sicuramente non ti presenteresti ad un incontro importante in pantaloncini e maglietta, bene, così non dovresti rappresentare il tuo business con il tuo indirizzo email del “fuori orario”.  

    Un indirizzo email professionale crea fiducia e credibilità tra clienti e potenziali tali. La tua azienda acquisisce una propria identità quando ha una sua specifica email professionale e diventa, agli occhi dell’utente, un'organizzazione dove verrà presa la responsabilità delle informazioni di un cliente in cambio di un prodotto o servizio.  

    Se stai provando a proiettare un'immagine più consona e maggiormente “aziendale”, un indirizzo email professionale è un buon punto di partenza.  

    Aiuta ad aumentare la visibilità del tuo brand

    Avere un indirizzo email aziendale dedicato può essere una buona risorsa per la tua strategia di Digital Marketing, in effetti è un modo semplice e diretto per mantenere il brand della tua azienda al vertice dell’attenzione dei clienti e dei potenziali tali e, specifichiamo, si parla del brand della tua azienda, non del nome di qualche altra realtà generica che ospita la tua casella e-mail (come Gmail).

    Quando, poi, si tratta di campagne di Mail Marketing, ti consigliamo di inviare le tue newsletter da un indirizzo email dove risulti, come mittente, il tuo brand. Oltre l'80% dei professionisti afferma che il Mail Marketing favorisce l'acquisizione e la fidelizzazione dei clienti (non Facebook o la stampa), ma i messaggi che arrivano direttamente nelle caselle di posta elettronica e le probabilità che vengano aperti aumentano esponenzialmente se gli stessi provengono dall'indirizzo aziendale piuttosto che da quello personale.  

    È economico (senza sembrare economico)

    C'è una differenza tra poco costoso ed economico, e gli indirizzi email non fanno eccezione.  

    Certo, sei libero di aprire un account Gmail e chiamarlo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., ma solo perché qualcosa è gratuita non significa che devi usarla per forza.  

    L'utilizzo di un indirizzo e-mail aziendale non è necessariamente gratuito, ma potrebbe esserlo, ovvero se hai già acquistato un nome di dominio, sicuramente uno o più indirizzi di email aziendali saranno inclusi nel costo.  

    Ne hai il pieno controllo anche quando cresci

    Ti sei chiesto cosa succede quando inizi a crescere avendo più dipendenti che hanno bisogno della loro casella di posta elettronica? Hai intenzione di dare loro l'accesso alla tua email personale?  

    Fornire caselle email con indirizzi di lavoro ai singoli dipendenti consente di mantenere la corrispondenza attiva se uno di loro lascia l’azienda, ovvero basta impostare l’inoltro dal vecchio indirizzo ad uno nuovo, oppure, come soluzione alternativa, si può chiedere a gruppi di collaboratori di utilizzare un indirizzo generale quale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.” o “Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.” in modo da garantire attivo, nel tempo, lo stesso indirizzo.  

    Se crei un modo standard per assegnare nuovi indirizzi e caselle ai nuovi dipendenti, come, ad esempio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ciò renderà più facile trovare e corrispondere con la persona giusta, riducendo la quantità di tempo necessaria ad inoltrare email tra i vari indirizzi.  

    Aiuta le tue potenzialità nell’ottenere credito

    Sembra strano, ma è vero!

    Secondo la Small Business Administration americana (Agenzia per il credito alle piccole e medie aziende), uno dei modi in cui viene valutata l'affidabilità creditizia di una società in cerca di un prestito consiste anche guardando il loro indirizzo email. Avere un dominio "reale" aiuta a convincere i creditori che sei un "vero" business con un sistema di comunicazione organizzato.  

    In un mondo perfetto, non saremmo giudicati dalle nostre apparenze (“L’abito non fa il monaco”), bensì dalla qualità del lavoro che produciamo, però viviamo in un mondo che potremmo definire ”superficiale” e la fortuna dei più consiste nel fatto che è abbastanza facile “indossare una bella maglietta”!

    Utilizzare un indirizzo email professionale per condurre affari può fare la differenza e questa piccola attenzione può fare molto per aiutarti a raggiungere il successo.

    Non sai come fare? Hai bisogno di un aiuto o di un consiglio? Lo Staff dello Studio JooMa è tua disposizione: contattaci, non pungiamo!

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.