comunicazione

  • to do 2016Il nuovo anno è iniziato e i buoni propositi per potenziare la tua attività non sono mai troppi. Il segreto per non perderne di vista neanche uno è fissare obiettivi chiari e specifici, facilmente gestibili e misurabili. Ecco alcune idee per il 2016.

    Inizia ad inviare una newsletter

    Per tenere aggiornati i tuoi clienti, fidelizzarli e aumentare il traffico, le newsletter sono ciò che fa per te. Se non hai ancora iniziato a mandarle, questo è il momento giusto per farlo. Ricorda che per  per evitare che la tua attività cada nel dimenticatoio devi inviare le newsletter con regolarità e creare contenuti di qualià.

    Aggiorna il tuo blog con più costanza

    Tenere aggiornato il proprio blog richiede impegno ma programmando tempi e argomenti potrai configurarli in modo che vengano pubblicati automaticamente al momento giusto. Puoi aggiornare il tuo calendario editoriale ogni tre mesi e monitorarlo senza problemi.

    Concediti 10 minuti al giorno per la ricerca di mercato

    E' fondamentale per qualsiasi attivirà rimanere aggiornati: dedica qualche minuto al giorno, tutti i giorni, a scoprire le novità nel tuo settore o nei settori affini e a "spiare" la concorrenza. Ciò ti aiuterà a scegliere quali elementi testare e adattare, oltre a darti l’ispirazione per mantenere la tua attività sempre attuale e rilevante.

    Non tralasciare la comunicazione offline

    Oggigiorno, i social media sono sulla bocca di tutti, ma ha mai pensato di rivolgerti alla stampa tradizionale? Quest’anno, punta ad apparire nella stampa da 5 a 10 volte e osserva gli effetti di questi interventi sulla tua attività.

    Che cosa hai in mente per il 2016? Faccelo sapere!

  • passare al digitale

    Ci sono tanti modi in cui un'azienda può passare al digitale o ulteriormente implementarlo, dalla gestione interna alla creazione della presenza online. Se non hai già sviluppato una presenza sul web e stai ancora gestendo la tua attività nel modo tradizionale, stai sicuramente perdendo infinite possibilità di crescita.   

    Ecco cinque ottimi motivi per passare digitale.

    1. Efficienza

    Uno dei motivi principali per passare al digitale è l’Enterprise Resource Planning (ERP), ovvero la "pianificazione delle risorse d'impresa", gestita con software specifici che integrano tutti i processi di business rilevanti di un'azienda (vendite, acquisti, gestione magazzino, contabilità ecc.). Noi dello Studio JooMa implementiamo ed integriamo software ERP sia gestionale generico che CRM (Customer Relationship Management) ovvero “gestione delle relazioni con i clienti” (finalizzate al concetto di fidelizzazione del cliente stesso).

    1. Espansione

    Il passaggio al digitale aiuta ad espandere la diffusione del tuo brand. Se ti stai rivolgendo ad un mercato locale o stai cercando di raggiungere un mercato globale, Internet è il modo più affidabile per farlo e soprattutto ti assicura di poter essere trovato dai tuoi potenziali clienti. Ci sono un numero enorme di strategie di Digital Marketing per ampliare la diffusione del tuo marchio, ma se non sei online, con una piattaforma Web che comunichi in modo corretto la bontà del tuo brand, hai davvero pochi modi in cui i potenziali clienti possano scoprire che esiste la tua attività e comunicare con te.

    1. Brand Identity

    La diffusione del brand riveste sempre un’importanza vitale. Per esempio è un dato di fatto che i Millennial vogliono confrontarsi con aziende che sono più che semplici venditori di prodotti, loro cercano marchi che trasmettano sicurezza, affidabilità, in una parola unica “fiducia”. Da qui l’importanza di lavorare in maniera corretta sulla Digital Brand Identity poiché la maggior parte dei nuovi clienti si trova online, ed è qui che dovresti investire per sviluppare il tuo brand.

    1. Riduzione degli sprechi (anche di tempo)

    Il cuore della filosofia Lean è la riduzione degli sprechi. Il mondo digitale ti aiuta, per esempio, ad ottimizzare i tempi sbarazzandoti di quelle fastidiose riunioni, potendo impostare videoconferenze regolari online o comunicare tramite il sistema di messaggistica. Se stai cercando di massimizzare i profitti riducendo gli sprechi, non c’è niente di meglio del mondo digitale.

    1. Trasparenza

    Ci sono due modi di interpretare la voce “trasparenza”: il termine è usato più spesso in riferimento a questioni finanziarie, ma la trasparenza si riferisce anche alle fasi di un processo o attività lavorativa. Lavorare nel mondo digitale con sistemi Lean può far si che tutte le informazioni necessarie siano facilmente accessibili a chiunque ne sia coinvolto. Se un membro della tua squadra sta per completare un progetto, può rapidamente accedere alle informazioni riguardanti l’attività successiva in modo che sia pronto ad iniziare a lavorare sui nuovi compiti appena completate le attività correnti.

    Questa è la trasparenza dal back-end.

    Riepilogo

    Una cosa importantissima su cui normalmente puoi contare quando lavori nel mondo digitale è che puoi facilmente accedere ai tuoi compiti ed ai tuoi documenti da qualsiasi luogo tu sia, soprattutto se hai come obiettivo quello di migliorare i tuoi livelli di produttività. Il digitale ti aiuta ad ottimizzare il tuo lavoro, ma, se ci rifletti, i due principali vantaggi sono l'efficienza e la riduzione degli sprechi.

    Hai bisogno di qualche consiglio per digitalizzare la tua attività? Vuoi entrare nel digitale in maniera corretta e produttiva? Lo Studio JooMa può affiancarti aiutandoti a realizzare il tuo progetto: prendi contatto con i nostri esperti, ti assicuriamo che… non pungono!

  • E Commerce Icon

    Se stai pensando di aprire un e-commerce ecco qualche incentivo in più ad entrare con il tuo negozio su internet:

    1. I negozi on line sono aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7

    Per quanto estesi e continuativi siano i tuoi orari di apertura al pubblico, il tuo negozio rimarrà per parte della giornata chiuso. Cosa faranno i tuoi acquirenti se vogliono acquistare dopo la chiusura? Gli e-commerce sono aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7 senza che tu sia costantemente connesso e i clienti potranno acqustare in qualunque momento del giorno e in qualsiasi giorno della settimana.

    2. Non c'è bisogno di recansi nel negozio 

    E' chiaro a tutti i commercianti che il loro successo dipente sopratutto dalla loro posizione. Questo non succede nei negozi on line che consentono l'accesso a chiunque, qualunque sia la sua posizione nel mondo. 

    3. Illimitato spazio di esposizione 

    Se in un negozio tradizionale lo spazio per esporre e illuminare correttamente i propri prodotti è sempre ristretto e comporta quindi una scrematura dei prodotti da vendere, nei negozio on line il numero di prodotti da offrire è illimitato. Sarà quindi la qualità e/o il buon prezzo a farla da padrone e non ci saranno limiti fisici alla varietà del tuo negozio.

    4. Si possono sperimentare nuovi canali di vendita. 

    Le possibilità di vendita tramite un negozio tradizionale passano attraverso il canale della vendita diretta. Optando per un solo canale, la possibilità di incrementare i ricavi risulta limitata. Per far crescere invece la propria attività con l'e-commerce possiamo sfruttare più canali, dal social media marketing ai market shop.

    Se vuoi avere un'idea dei numeri dell'e-commerce leggi questo articolo.

    5. I clienti soddisfatti saranno la tua migliore pubblicità 

    Uno dei più grandi vantaggi dei negozi on line sono le recensioni  deiclienti soffisfatti. Questo tipo di testimonianze infatti provengono da persone completamente disinteressate e risultano per il futuro acquirente molto più interessanti. Del resto nessun venditore parlerebbe male dei propri prodotti. 

    Tutto ciò non sarebbe mai possibile in un negozio tradizionale.

     

    E tu, sei pronto ad entrare nel mondo dell'e-commerce?

  • L'intervento del Chief Brand Officer di IBM Jon Iwata al WOBI di Milano ha messo in luce come i clienti di negozi, hotel e punti vendita ragionano in modo completamente diverso dal passato. Ciò succede anche se l'attività non ha ancora messo in atto la rivoluzione digitale perchè i clienti sono già immersi in essa!

     

    Smartphone e geolocalizzazione

    1 Il 90% degli utenti che usano uno smartphone tiene attiva la geolocalizzazione.

    La tua attività è pronta per essere trovata?

    L'82% degli acquirenti, mentre fa acquisti in un negozio, utilizza il telefono per controllare i prezzi dei prodotti.

    Sei sicuro che ti stai posizionando nel mercato in maniera corretta?

    Posizionamento Web
    Post social e fidelizzazione

    Ogni ora vengono condivisi sui social 230 milioni di post.

    Quanto passaparola digitale ti coinvolge?

    L'88% dei consumatori considera le recensioni online al pari dei consigli dati di persona.

    Quando hai controllato l'ultima volta le tue recensioni on line?

    Recensioni online
    Fidelizzazione online

    Per ogni cliente esistono almeno 13 programmi di fidelizzazione.

    Quanto sono fedeli al tuo marchio i tuoi clienti?

                                 

     

     

     

  • 5 Idee di Content Marketing per generare lead secondo JooMa

    Il motivo per cui la maggior parte delle piccole e medie imprese non ottengono grandi risultati dal loro Digital Marketing consiste nel fatto che concentrano i loro sforzi nel copiare ciò che fanno le grandi aziende, ignorando che esse possono permettersi di mostrare le loro pubblicità a tambur battente ed in modi diversi così da aumentare la consapevolezza del brand, soprattutto avendo a disposizione enormi budget.

    Se sei impegnato nel creare campagne di Digital Marketing ed advertising per un'azienda che non ha centinaia di milioni di euro da spendere, i tuoi obiettivi sono probabilmente molto semplici: avere più lead, più vendite e più clienti attraverso le visite al tuo sito web e, proprio per questo motivo, è necessario un approccio diverso rispetto ai grandi marchi.  

    Se vuoi ottenere risultati dal tuo Digital Marketing, per prima cosa devi essere in grado di rilevare e misurare questi risultati.

    Uno dei metodi è generare offerte di marketing con le quali potrai sapere con certezza la provenienza dei lead e quale lead ha risposto a quale offerta; a questo proposito vi sono due tipi principali di offerte da poter proporre: quella rivolta al prodotto (a pagamento con sconto) e quella “gratuita”.

    In genere, nel processo di acquisto è necessario che le persone acquisiscano fiducia e, soprattutto, abbiano la certezza che il prodotto o il servizio che stanno per acquistare sia calibrato per le loro esigenze; costruire la fiducia richiede tempo, motivo per cui le offerte di vendita diretta di un prodotto su Internet, in genere, hanno tassi di conversione molto bassi; di contro le offerte “gratuite” si comportano in modo diametralmente opposto.

    Il Content Marketing è uno dei metodi più efficaci per generare lead rapidamente perché, lasciare una email in cambio di un e-book, o di un white paper o qualche altro contenuto, non comporta alcun rischio.

    Di seguito cinque idee per generare lead tramite il tuo Content Marketing.

    1. Scrivi un e-book / whitepaper / guida pratica

    Scrivere è un modo molto efficace per comunicare su di te e sulla tua attività nonché è anche uno dei modi più adeguati per attirare l’attenzione dei migliori clienti.  

    Teniamo sempre conto che ci sono diverse tipologie di clienti: per esempio quelli che vogliono una soluzione ad un loro fabbisogno, ovvero cercano una pillola magica che darà loro una soluzione senza scomodarsi troppo: in questo caso il problema consiste nel fatto che molti di questi vivono la loro esistenza nella modalità di ricerca costante di nuove pillole magiche.  

    Altro tipo di cliente è quello determinato a trovare maggiori informazioni sul suo fabbisogno: questo tipo di cliente, di solito, ha maggior valore perché le possibilità che venga attratto da eventuali “specchietti per le allodole” sono di gran lunga inferiori, ovvero se intercetterà uno “specchietto” (consentiteci il paragone) sul mercato, questo tipo di cliente si attiverà sicuramente per approfondire la ricerca.  

    Il modo migliore per attirare questa tipologia di clienti è scrivere e-book, articoli e white paper e offrire loro informazioni interessanti e questo ti trasformerà in un esperto: le persone leggeranno i tuoi e-book e poi ti cercheranno.

    Se dovessi innescare il processo inverso (cercarli ed esporre loro le stesse informazioni) non avrebbe lo stesso impatto di quando ti scoprono da soli.  

    1. Produci video

    Gli utenti preferiscono fruire dei contenuti attraverso metodologie diversificate, motivo per cui è possibile utilizzare le stesse informazioni per scrivere e-book o white paper e, perché no, produrre video.

    I video possono essere molto efficaci perché ti permettono di comunicare con i tuoi lead non solo verbalmente, ma sfruttando anche il linguaggio non verbale: gli psicologi hanno rilevato già da tempo che solo una piccola parte della comunicazione umana è verbale, la maggior parte della comunicazione avviene a livello non verbale ed il video consente di comunicare a questo livello in maniera più incisiva.

    Con i video, puoi migliorare il tuo messaggio in base al tuo aspetto, al modo in cui parli (dando fiducia) e a ciò che accade in background, ad esempio, se possiedi un negozio al dettaglio, puoi produrre un tuo video con i clienti che fanno acquisti nel tuo negozio in background, ciò avrà lo stesso effetto di un ristorante con un parcheggio pieno di automobili: si pensa subito che il ristorante sia davvero buono perché è popolare, ragionamento che scaturisce dal fatto che tu stai vedendo con i tuoi occhi tutte le automobili parcheggiate.

    1. Webinar  live

    Un altro modo efficace per fornire contenuti è comunicare di persona: in pratica è lo stesso motivo per cui, fino ad oggi, la maggior parte dei bambini frequenta le scuole: la ricerca scientifica mostra che l'istruzione online semplicemente non può sostituire le interazioni dal vivo tra insegnanti e studenti.

    Quando interagisci con qualcuno dal vivo, puoi vedere il suo linguaggio del corpo e l'espressione del viso mentre stai comunicando i contenuti: puoi andare più lentamente o andare più veloce a seconda del pubblico, puoi interrompere e rispondere alle domande se il tuo pubblico si confonde.

    Non è possibile fare tutte queste cose con materiali pre-registrati, ma è possibile realizzarli con webinar dal vivo, motivo per cui possono essere un meccanismo molto efficace di distribuzione dei contenuti.

    I webinar possono anche essere uno strumento di vendita molto efficace perché puoi collegare loro offerte in scadenza e questo, chiaramente, non è possibile farlo con un e-book o con un video di YouTube.  

    1. Costruisci un follow-up funnels

    Le persone oggi sono molto occupate ed è molto probabile che, durante la ricerca di contenuti online, una persona abbia diverse schede aperte nel suo browser, per questi motivi è fondamentale acquisire le informazioni di contatto degli utenti interessati ai tuoi contenuti il più rapidamente possibile, per poi seguirli, “coccolandoli”, tramite email, telefono ed altri metodi.

    In un follow-up funnels (letteralmente imbuto di ricaduta) puoi dire di più sulla tua azienda, puoi presentare prospettive dei tuoi prodotti e servizi, condividere informazioni utili e suggerimenti su ciò che offri.

    La maggior parte delle persone non sa come valutare la qualità in un settore in cui non ha familiarità, ciò è particolarmente vero quando si tratta di servizi perché la qualità del servizio è sempre soggettiva e quello che può essere un ottimo servizio per una persona può non esserlo per altre.

    Il tuo follow-up funnels è un luogo in cui puoi non solo parlare dei tuoi prodotti e servizi, ma anche consigliare la scelta di ciò che è giusto per il lead ed informare sulla possibilità di incappare in una bassa qualità del risultato se la stessa scelta non viene fatta in modo oculato.  

    1. Offrire esperienze con eventi “live”

    Partiamo da un principio: quando invii qualsiasi tipo di informazione (es. newsletter) hai sempre a che fare con “una singola” persona alla volta, benché tu stia inviando in maniera massiva una e-mail a migliaia di persone che la leggeranno contemporaneamente, ma è sempre “una singola persona” alla volta che la legge.

    Qualunque cosa tu stia inviando e comunicando, quando il tuo interlocutore è separato da te da uno schermo, il grado di fiducia è sicuramente inferiore anche perchè è portato a pensare di essere l’unico con quel determinato tipo di fabbisogno; di contro quando le persone arrivano a un evento e vedono un gran numero di partecipanti intorno a loro, interessati allo stesso argomento o che hanno gli stessi fabbisogni o desideri, maturano una user experience ben diversa ed in più, quando vedono qualcuno parlare dal palco, hanno una user experience ben differente dalla visione di un video.

    Per questi motivi gli eventi live possono essere un modo molto efficace per fornire contenuti e creare un legame con i tuoi potenziali lead.

    Vuoi una mano per generare liste di lead con il Content Marketing?

    Ci siamo qui noi, con le nostre esperienza e competenza! Contattaci… non pungiamo!

  • Concerto di fine anno 2016Venerdì 30 Dicembre 2016 alle ore 17.30 presso il Mu.Mi. di Francavilla al Mare si esibiranno per il secondo anno artisti di fama internazionale per il Concerto di Fine Anno.

    A coordinare il tutto l’associazione culturale Moti Armonici, fresca del successo della VIII rassegna di Canti Natalizi in occasione del World Choral Day dove hanno partecipato ben 7 cori applauditi, in due serate, da più di 500 persone, coadiuvata ancora una volta da JooMa.

     

    Sul palco si esibiranno Maria del Mar Cabezuelo, celebre e poliedrica pianista e compositrice spagnola dalla spiccata personalità e dall’infinito entusiasmo, con Rossana Cauti, artista italo-brasiliana, direttrice del Festival Suoni D'Abruzzo ed attualmente insegnante al Southern Illinois University Carbondale; prestano la loro voce di soprano Cristina Di Zio, direttrice dell’Insieme Vocale Moti Armonici nonché pianista e musicologa, con Valentina Paolini, concertista internazionale e direttrice del coro “Cappella San Francesco” di Ortona. La serata verrà presentata dal vicepresidente dell’associazione Moti Armonici Lello Mastropietro.

     

    Lo staff di JooMa ha messo a disposizione la propria professionalità per ottimizzare il processo decisionale e strategico e, lavorando fianco a fianco ed in appoggio alle esigenze degli artisti, ha contribuito a creare valore aggiunto all'evento.

  • Calendario 2018 delle festività e delle giornate  italiane e mondialiPrepara in anticipo i tuoi profili web e le tue azioni commerciali con il Calendario 2018 delle festività e delle giornate italiane ed internazionali.

    Settimana dopo settimana potrai organizzarti per incentivare le vendite del tuo negozio o le visite sul tuo profilo.

    Il Calendario è aggiornato costantemente.

    Gennaio

    lunedì 1 gennaio 2018 Giornata mondiale della Pace

    giovedì 4 gennaio 2018 Giornata internazionale dell’alfabeto braille

    venerdì 5 gennaio 2018  Befana

    sabato 13 gennaio 2018 Giornata mondiale del dialogo fra religioni e omosessualità

    mercoledì 17 gennaio 2018 Giornata internazionale della pizza italiana

    sabato 27 gennaio 2018 Giorno della Memoria

    Febbraio

    lunedì 5 febbraio 2018 Giornata della Nutella

    giovedì 8 febbraio 2018  Giovedì Grasso

    domenica 11 febbraio 2018 Giornata mondiale del malato

    lunedì 12 febbraio 2018 Darwin Day

    martedì 13 febbraio 2018 Carnevale

    mercoledì 14 febbraio 2018 San Valentino

    venerdì 16 febbraio 2018 Capodanno cinese

    sabato 17 febbraio 2018 Giornata internazionale del gatto

    martedì 20 febbraio 2018 Giornata internazionale della lingua madre

    mercoledì 21 febbraio 2018 Settimana della moda di Milano

    martedì 27 febbraio 2018 Giornata internazionale della lentezza

    Marzo

    giovedì 1 marzo 2018 Campionato del mondo di atletica leggera

    martedì 6 marzo 2018 Giornata mondiale del tennis

    giovedì 8 marzo 2018 Giornata internazionale della donna

    venerdì 16 marzo 2018 Giornata Mondiale della Voce

    sabato 17 marzo 2018 Anniversario dell’Unità d’Italia

    lunedì 19 marzo 2018 Festa del Papà

    martedì 20 marzo 2018 Solstizio di primavera

    giovedì 22 marzo 2018 Giornata Mondiale dell’Acqua

    venerdì 23 marzo 2018 Giornata mondiale della meteorologia

    domenica 25 marzo 2018 Domenica delle Palme

    martedì 27 marzo 2018 Giornata mondiale del teatro

    sabato 31 marzo 2018 Giornatamondiale del Backup

    Aprile

    domenica 1 aprile 2018 Pasqua

    lunedì 2 aprile 2018 Giornata mondiale dell’autismo

    giovedì 12 aprile 2018 Giornata internazionale dei viaggi dell’uomo nello Spazio

    lunedì 16 aprile 2018 Giornata mondiale della voce

    domenica 22 aprile 2018 Giornata della Terra

    lunedì 23 aprile 2018 Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

    mercoledì 25 aprile 2018 Giornata mondiale dei pinguini

    giovedì 26 aprile 2018 Giornata mondiale della proprietà intellettuale

    venerdì 27 aprile 2018 Giornata mondiale del disegno

    sabato 28 aprile 2018 Giornata internazionale per la sicurezza sul lavoro

    domenica 29 aprile 2018 Giornata internazionale della danza

    lunedì 30 aprile 2018 Giornata mondiale del Jazz

    Maggio

    martedì 1 maggio 2018 Festa del lavoro

    mercoledì 2 maggio 2018 Giornata mondiale dei bloggers

    giovedì 3 maggio 2018 Giornata mondiale della libertà di stampa

    venerdì 4 maggio 2018 Giornata mondiale della risata

    domenica 6 maggio 2018 Giornata mondiale del colore

    martedì 8 maggio 2018 Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

    venerdì 11 maggio 2018 Giornata mondiale del commercio equo

    sabato 12 maggio 2018 Giornata mondiale dell’infermiere

    domenica 13 maggio 2018 Festa della Mamma

    martedì 15 maggio 2018 Giornata internazionale delle famiglie

    giovedì 17 maggio 2018 Giornata internazionale contro l’omofobia

    venerdì 18 maggio 2018 Giornata internazionale dei musei

    domenica 20 maggio 2018 Giornata mondiale del whisky

    lunedì 21 maggio 2018 Giornata internazionale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo

    martedì 22 maggio 2018 Giornata internazionale della diversità biologica

    martedì 29 maggio 2018 Giornata internazionale dei Peacekeeper

    giovedì 31 maggio 2018 Giornata mondiale per la lotta al fumo

    Giugno

    venerdì 1 giugno 2018 Giornata mondiale dei genitori

    sabato 2 giugno 2018 Festa della Repubblica

    martedì 5 giugno 2018 Giornata mondiale dell’ambiente

    venerdì 8 giugno 2018 Giornata mondiale degli oceani

    martedì 12 giugno 2018 Giornata mondiale contro il lavoro minorile

    giovedì 14 giugno 2018 Giornata mondiale del donatore di sangue

    venerdì 15 giugno 2018 Giornata mondiale del vento

    domenica 17 giugno 2018 Giornata mondiale per combattere la desertificazione e alla siccità

    mercoledì 20 giugno 2018 Giornata mondiale dei profughi

    giovedì 21 giugno 2018 Giornata internazionale dello yoga

    martedì 26 giugno 2018 Giornata internazionale per le vittime di tortura

    venerdì 29 giugno 2018 Giornata mondiale del disegno industriale sabato

    30 giugno 2018 Asteroid Day

    Luglio

    domenica 1 luglio 2018 Inizio dei saldi estivi

    lunedì 2 luglio 2018 Giornata mondiale degli UFO

    martedì 3 luglio 2018 Giornata internazionale delle cooperative

    venerdì 6 luglio 2018 Giornata mondiale del bacio

    domenica 8 luglio 2018 Giornata internazionale del Mar Mediterraneo

    martedì 10 luglio 2018 Amazon PrimeDay

    mercoledì 11 luglio 2018 Giornata mondiale della popolazione

    mercoledì 18 luglio 2018 Nelson Mandela International Day

    domenica 29 luglio 2018 Giornata mondiale della Tigre

    lunedì 30 luglio 2018 Giornata mondiale dell’amicizia

    Agosto

    domenica 12 agosto 2018 Giornata internazionale della gioventù

    mercoledì 15 agosto 2018 Ferragosto

    domenica 19 agosto 2018 Giornata mondiale della fotografia

    martedì 21 agosto 2018 Giornata mondiale dell’imprenditore

    giovedì 23 agosto 2018 Giornata internazionale della commemorazione del commercio degli schiavi e della sua abolizione

    venerdì 31 agosto 2018 Giornata internazionale della solidarietà

    Settembre

    lunedì 3 settembre 2018 Ritorno a scuola

    lunedì 10 settembre 2018 Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio

    domenica 16 settembre 2018 Giornata mondiale per la protezione della fascia di ozono

    venerdì 21 settembre 2018 Giornata internazionale della pace

    martedì 25 settembre 2018 Giornata mondiale dei sogni

    mercoledì 26 settembre 2018 Giornata europea delle lingue

    giovedì 27 settembre 2018 Giornata mondiale del turismo

    venerdì 28 settembre 2018 Giornata mondiale contro la Rabbia

    sabato 29 settembre 2018 Giornata mondiale del cuore

    Ottobre

    lunedì 1 ottobre 2018 Giornata internazionale delle persone anziane

    martedì 2 ottobre 2018 Giornata internazionale della non violenza

    giovedì 4 ottobre 2018 Giornata mondiale degli animali

    venerdì 5 ottobre 2018 Giornata mondiale degli insegnanti

    domenica 7 ottobre 2018 Giornata mondiale del sorriso

    martedì 9 ottobre 2018 Giornata mondiale della posta

    mercoledì 10 ottobre 2018 Giornata mondiale contro la pena di morte

    domenica 14 ottobre 2018 Giornata mondiale della vista

    martedì 16 ottobre 2018 Giornata mondiale dell’alimentazione

    mercoledì 24 ottobre 2018 Giornata delle Nazioni Unite

    giovedì 25 ottobre 2018 Giornata mondiale della pasta

    mercoledì 31 ottobre 2018 Giornata mondiale del risparmio

    mercoledì 31 ottobre 2018 Halloween

    Novembre

    giovedì 1 novembre 2018 Giornata mondiale vegan

    domenica 4 novembre 2018 Giorno dell’Unità Nazionale

    sabato 10 novembre 2018 Giornata mondiale degli stagisti

    martedì 13 novembre 2018 Giornata mondiale della gentilezza

    sabato 17 novembre 2018 Giornata internazionale degli studenti

    domenica 18 novembre 2018 Giornata mondiale delle vittime della strada

    lunedì 19 novembre 2018 Giornata internazionale dell’uomo

    martedì 20 novembre 2018 Giornata universale del bambino

    mercoledì 21 novembre 2018 Giornata mondiale della televisione

    giovedì 22 novembre 2018 Giornata mondiale della filosofia

    venerdì 23 novembre 2018 Black Friday

    domenica 25 novembre 2018 Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

    lunedì 26 novembre 2018 Cyber Monday

    Dicembre

    sabato 1 dicembre 2018 Giornata mondiale contro l’AIDS

    domenica 2 dicembre 2018 Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù

    lunedì 3 dicembre 2018 Giornata internazionale delle persone con disabilità

    mercoledì 5 dicembre 2018 Giornata mondiale del suolo

    sabato 8 dicembre 2018 Immacolata concezione

    domenica 9 dicembre 2018 Giornata internazionale contro la corruzione

    lunedì 10 dicembre 2018 Giornata mondiale dei diritti dell’uomo

    martedì 11 dicembre 2018 Giornata mondiale del tango

    martedì 18 dicembre 2018 Giornata internazionale dei migranti

    sabato 22 dicembre 2018 Giornata mondiale dell’orgasmo

    martedì 25 dicembre 2018 Natale

    lunedì 31 dicembre 2018 San Silvestro - Capodanno

  • Idee per i contenuti  sui Social Media

    Devi iniziare a fare blogging, devi essere attivo sui social media, hai bisogno di più contenuti, devi assolutamente connetterti di più con il tuo pubblico, ai tuoi clienti, ai potenziali partner: sembra facile vero?  

    Se sei un piccolo imprenditore ed hai voglia di mettere in pratica ciò che hai appena letto, in qualche modo, oltre a gestire la tua attività, dovresti essere anche una fonte (inesauribile) di contenuti per i Social Media, ovvero dovresti pubblicare articoli divertenti, infografiche utili, sondaggi ed altri contenuti per carpire l'attenzione del visitatore e veicolarlo verso il tuo sito web.

    Per molti (la maggior parte) questo diventa un compito scoraggiante, soprattutto se non si vuole esternalizzare questo ruolo ad una terza parte, ma si decide di mantenerla interna alla propria attività.  

    Cerchiamo, con questo articolo, di dare cinque semplici suggerimenti che puoi utilizzare per nutrire la tua ispirazione, la tua creatività ed essere maggiormente produttivo.  

    1. Rielaborare ciò che hai già fatto

    E’ la cosa più facile ed immediata: supponiamo che tu abbia creato un contenuto di valore: un'infografica che illustri le tendenze del tuo settore o una brochure informativa che invii ai clienti fidelizzati per mantenere attiva la loro attenzione sulla tua attività.  

    Non c'è motivo per cui il tuo “contenuto di valore” rimanga orfano: la cosa più semplice ed immediata è rielaborare ciò che hai già creato per adattarlo ai diversi media e formati.  

    Ipotizziamo che hai creato una brochure da inviare tramite posta ordinaria: prima di tutto dovresti digitalizzarla e quindi condividerla sulle tue piattaforme, ma puoi anche dare nuova vita alla brochure inserendo il testo in un post del tuo blog che, a sua volta, può anche essere condiviso, inoltre puoi concentrarti su un tema chiave, o statistica, o concetto della brochure e trasformarlo in un video o podcast di YouTube.  

    Fintanto che apporti alcune modifiche alla presentazione ed al testo effettivo (sempre in modo da non inondare i tuoi canali con la stessa cosa più e più volte), scoprirai che è facile condividere i tuoi contenuti in formati diversi ed altrettanto facile gestirli sui Social Media.  

    1. Scopri cosa è di tendenza sulle migliori piattaforme on line

    La maggior parte delle piattaforme di Social Media ha sezioni di tendenza in cui è possibile visualizzare argomenti che stanno prendendo piede.

    Che si tratti di Facebook, Twitter o LinkedIn, puoi scoprire di cosa parla la gente e creare contenuti che ti colleghino alla loro conversazione.

    Cerca di trovare argomenti con i quali puoi avere un riferimento reale, non forzarli ed è più probabile che tu sia ispirato a creare qualcosa che abbia ampia risonanza.

    1. Non aver paura e buttala sul personale (mettici la faccia!)  

    Una delle riflessioni da fare è che i Social Media hanno iniziato a manifestare la loro presenza come strumenti di connessione tra le persone attraverso Internet, e poi sono diventati, in gran parte, veicoli pubblicitari per le aziende.  

    Per evitare che gli utenti ti confondano come un’ulteriore “business” che spera di sfruttare la piattaforma, considera di utilizzare i tuoi canali Social come finestre reali della tua attività nonché anche di te stesso.  

    Se hai qualcosa di personale che vuoi condividere, non aver paura di manifestarlo: da una parte, il post potrebbe non interessare e quindi, nella peggiore delle ipotesi, sarà facile da eliminare, d'altra, se riesce ad avere ampia risonanza, non avrai sprecato energie ma ti sarai espresso semplicemente parlando col cuore (o con la testa) e questo può lasciare una traccia molto positiva nel lettore!  

    Oltre a scrivere post sul blog, condividi filmati di ciò che accade nella tua realtà aziendale, quasi come fosse una candid camera oppure potrebbe essere interessante, se non divertente, andare in live streaming durante un evento aziendale quali un seminario, la visita di un’autorità o semplicemente un una festa.

    1. Crowdsource (condividi)

    Potrebbe esserci un modo migliore per scoprire ciò che avrà risonanza con il pubblico se non andare alla fonte e chiederlo direttamente?  

    Non è difficile, anzi, è più facile che mai raggiungere il tuo pubblico ed ottenere un’opinione su ciò che dovresti fare o produrre: fai una domanda con un sondaggio su Instagram Stories, pubblica un tweet alla ricerca di suggerimenti, incoraggia i feedback ed i commenti nella parte inferiore dei post del tuo blog per vedere cosa pensano le persone di ciò che hai già pubblicato e cosa potresti pubblicare.  

    In definitiva, stai creando contenuti per loro e per tutti gli utenti che la pensano come te ma, che non ti hanno ancora trovato: carpisci i loro pensieri e vedi se puoi trasformare le loro domande, valutazioni o lodi in una fresca ispirazione per i futuri post.  

    1. Utilizza Google Keyword Planner

    Quando utilizzi lo strumento Keyword Planner di Google, puoi renderti conto anche dei lievi cambiamenti che le persone attuano durante la ricerca sul Web.  

    Sebbene il tuo obiettivo non sia di inondare le piattaforme Social di contenuti stranamente simili, vale la pena esplorare esattamente quali combinazioni di parole chiave gli utenti stanno usando per arrivare al tuo sito o ai siti simili ai tuoi: puoi creare post e contenuti diversi ma che sfruttano le varianti delle chiavi di ricerca.  

    Facciamo un esempio: gli articoli con titoli "Come fare X" possono essere trasformati in "Perché X" o "I modi migliori per fare X". Utilizzando le molteplici varianti, raggiungi correttamente i tuoi obiettivi dando contemporaneamente a Google ed ai Social Media più motivi per presentare e dare valore ai tuoi contenuti.  

    Rifletti sul fatto che ci saranno sempre parole diverse ed argomenti di tendenza, avrai (quasi) sempre un'opinione da condividere o una storia da raccontare e potrai riutilizzare spesso ciò che hai già creato, riproponendolo in modi nuovi ed entusiasmanti: usali e non resterai mai senza contenuto.

    Stilare contenuti non è nelle tue corde? Ti annoi nello scrivere i contenuti? Hai esaurito la tua vena creativa? Non ti senti pronto? Lo Studio JooMa è qui per te, pronti a darti un consiglio, contattaci… non pungiamo!

  • Come progettare la giusta immagine espositiva per le fiere

    Le fiere espositive offrono l'opportunità di dare impulso alla brand reputation e costituiscono anche un solido canale di vendita. I partecipanti visitano le fiere per ampliare (a livello professionale) la conoscenza dei prodotti esposti o per acquistare le ultime novità proposte dal mercato. Le aziende che vi partecipano possono migliorare la reputazione del brand, informare il loro pubblico e costruire relazioni con i visitatori, chiave di volta per concludere vendite vantaggiose.  

    Le fiere sono competitive, ed è logico prepararle al meglio nei minimi particolari, partendo dall’allestimento dello stand che dovrà essere personalizzato in base ai tuoi obiettivi commerciali.  

    Vediamo quali possono essere i suggerimenti di base per avere il giusto successo nelle fiere.

    Costruire la Brand Reputation

    Se il tuo obiettivo aziendale è quello di creare la giusta Brand Reputation, dovrai assolutamente mantenere la coerenza attraverso il materiale divulgativo visivo, i materiali di marketing ed il sito web. Il tuo stand dovrà essere allo stesso tempo unico e ben identificabile rispetto ai quelli dei concorrenti diretti nonché agli stand limitrofi.  

    Generare nuovi lead e vendite

    Se il tuo obiettivo è generare lead e clienti, il design accattivante diventa sicuramente l'aspetto cruciale: i visitatori dovranno rimanere attratti dal tuo stand.

    Innanzitutto cerca di dare una posizione primaria al logo ed al nome dell'azienda, cerca di attirare l'attenzione mentre i visitatori percorrono il corridoio espositivo, opera preventivamente on line con i Social Media, invia inviti e genera hashtag per informare della tua presenza in fiera lavorando su più piattaforme social.  

    Un invito e-mail personalizzato dovrà essere recapitato ai potenziali visitatori e prospect: spesso i visitatori più organizzati visitano le fiere con l'elenco dei fornitori dove recarsi, fai in modo che questi potenziali clienti aggiungano il nome della tua azienda al loro elenco.  

    Lanciare nuovi prodotti o servizi

    Le fiere costituiscono un’ottima opportunità per il lancio di nuovi prodotti: sarà necessario organizzare presentazioni o dimostrazioni nella propria area espositiva, inserire un campione o un modello del nuovo prodotto da lanciare nonché la relativa cartellonistica dovrà essere creativa ed interessante per coinvolgere i partecipanti. La grafica, compreso il logo e il nome dell'azienda, dovrà essere collocata il più in alto (e visibile) possibile rispetto a qualsiasi altra cosa all'interno dello stand affinché possa essere notata anche a distanza.  

    Prima impressione

    La prima impressione è la cosa più importante di cui tener conto, pertanto, scegli di personalizzare il tuo stand per fare una buona prima impressione e coinvolgere il pubblico con una comunicazione grafica creativa. Personalizzare non significa avere uno stand vistoso. Il miglior stand racconta la storia del marchio e trasmette un messaggio al pubblico.

    Evidenzia il tuo marchio

    La grafica utilizzata nello stand dovrà ricondurre l’istinto del visitatore al tuo logo ed al tuo brand, dovrà essere stampata su materiale di qualità con un tema cromatico adeguato ed immagini chiare.

    Aiuta i partecipanti a ricordare il tuo marchio, assicurati di scrivere un messaggio accattivante con un'immagine che colpisca, in modo che le persone possano memorizzarlo facilmente.  

    Sii creativo

    Per raggiungere gli obiettivi, bisogna dare ampio spazio alla creatività. Usa lo sfondo dello stand per raccontare la storia del marchio, puoi anche usare forme tridimensionali per enfatizzare un prodotto o stimolare emozioni specifiche ai tuoi visitatori.

    Indurre a condividere

    La reputazione del brand dovrà essere estesa oltre le pareti del tuo stand! Stimola i partecipanti a condividere le foto del tuo stand o del tuo marchio sui Social Media, crea un angolo particolare in cui le persone possano scattare selfie simpatici e di conseguenza condividere le foto sui canali social, fai in modo che la foto mostri il tuo indirizzo web, il logo, il nome ed il relativo hashtag.  

    Quando i visitatori taggano i loro selfie con l'immagine del tuo stand in fiera non fanno altro che aumentare la visibilità della tua azienda, inoltre, se hai progettato una pagina specifica sul tuo sito web istituzionale, il tuo marchio aumenterà ulteriormente di visibilità in quanto le persone in fiera che hanno condiviso la tua immagine sui canali social, saranno incuriositi nel visitare il tuo sito web.  

    Oltre alla personalizzazione dello stand e del materiale divulgativo da studiare specificatamente per le fiere, sarà necessario conoscere le esigenze del pubblico, stabilire gli obiettivi, assumere il personale giusto per lo stand e, soprattutto, seguire successivamente gli ottimi contatti rilevati.

    Se hai focalizzato l’importanza della partecipazione alle fiere, ma hai ancora qualche dubbio su come organizzare la tua presenza e su come dare risalto al tuo brand, lo Studio JooMa è qui per te, per fugare tutti i tuoi dubbi e, se lo riterrai necessario, per darti una mano per organizzarti al meglio. Contattaci… non pungiamo!

  • Distretto Turistico Gran Sasso CONCORSO LOGO JooMaJooMa è orgogliosa di essersi classificata seconda nel concorso di idee per l'ideazione del naming, del marchio e dell'immagine coordinata per la comunicazione e la promozione del "Distretto Turistico del Gran Sasso"

     

    Dalle tavole di concorso: 

    "Il processo che porta alla realizzazione di un brand che rispecchi e rappresenti le caratteristiche di un’area, è sicuramente tortuoso. Le cose si fanno ancora più difficili se si pensa che l’area di cui il brand si deve fare portavoce nel mondo, è tanto bella quanto sconosciuta e che è stata da pochi anni colpita e devastata dal terremoto.

    Ci si deve chiedere, a questo punto, qual è il simbolo che rappresenta univocamente il “Distretto Turistico del Gran Sasso d’Italia”. La risposta è semplice e straordinaria: è proprio il Gran Sasso, la vetta più alta degli Appennini e il monte al cui riparo è cresciuta la popolazione e la cultura abruzzese,il massiccio a cui rivolgono lo sguardo i residenti e i turisti  Non c’è, quindi, nome più appropriato di quello del Gran Sasso Area per descrivere al meglio la zona e non c’è tratto grafico migliore se non il profilo della montagna per il logotipo del distretto.

    Riflettendo sul rapporto che ha il “Distretto Turistico del Gran Sasso d’Italia” con l’Abruzzo e descrivendo tutte le anime e le caratteristiche del territorio , si è deciso di riprendere e re-interpretare il logo dell’Abruzzo nei colori e nella morbidezza delle forme.

    Il marchio è il riassunto creativo delle precedenti spinte: all’ombra dell’azzurro profilo del Gran Sasso si trova la il naming “Gran Sasso Area” le cui forme morbide fanno da contrappeso alle vette spigolose. I colori, come si è detto, riprendono quelli del brand Abruzzo e del logo della Regione Abruzzo ma il sole che tramonta sul profilo della G rappresenta il tramonto sulla  nota  “Bella Addormentata”, profilo di cui  può godere chiunque si trovi nell’area del distretto.

    Per quanto riguarda il payoff “our neverending discovery”  si è scelto di mettere l’accento sulle meraviglie ancora sconosciute del Gran Sasso e dei luoghi circostanti. Vuole superare, in questo modo, la sfera puramente descrittiva per stimolare il cliente a scoprire o riscoprire l’area del Gran Sasso."

     

    Per guardare tutti nostri progetti clicca qui.

    Hai ancora altre domande? Siamo pronti a darti una mano!

    Distretto Turistico Gran Sasso CONCORSO IMMAGINE COORDINATA JooMaDistretto Turistico Gran Sasso CONCORSO IMMAGINE CORDINATA WEB JooMa

     

  • creare contenuti web scrivere JooMa

    Essere presenti sul Web è diventato ormai imprescindibile per ogni azienda. Lentamente anche il nostro paese sta scoprendo che garantire alle aziende uno spazio digitale entro il quale comunicare la propria politica aziendale, i propri valori, i prodotti o i servizi offerti, rappresenta uno strumento assai prezioso e remunerativo. Tuttavia, riuscire a comunicare in maniera adeguata la nostra filosofia aziendale e i nostri punti di forza è un’operazione tutt’altro che semplice. Allo stesso modo in cui, infatti, in cucina  non basta amalgamare in maniera casuale i vari ingredienti per preparare un buon piatto, per ottenere una comunicazione efficace è necessario preparare adeguatamente e con dovizia di particolari i contenuti prima di metterli in rete al fine di stimolare “palato” dei nostri potenziali clienti.  

    Di seguito alcuni consigli indispensabili per creare dei contenuti web di qualità.

    Target, questo sconosciuto

    In primo luogo cerca di capire chi sono realmente i tuoi potenziali clienti e, soprattutto, quali sono i loro reali interessi. Attraverso il web possiamo accedere ad un infinità di informazioni ed è possibile pubblicare contenuti su qualsiasi argomento. Una comunicazione efficace, però, deve riuscire a coinvolgere il proprio target senza confonderlo. Cerca, quindi, di produrre contenuti interessanti e focalizza la tua attenzione sugli argomenti più stimolanti per gli utenti a cui intendi rivolgerti. Come dice il vecchio adagio popolare: si cerca solo ciò che già si ama!

    Sii te stesso. 

    Come dicevamo poco fa, il web offre un ventaglio infinito di informazioni, spesso ripetitive e poco originali. Per catturare l’attenzione del tuo target, quindi, cerca di utilizzare un registro comunicativo che sia TUO! Cerca lo stile più adatto a te, proponi un modo originale per dire la tua, e fai in modo che gli utenti sappiano riconoscere sempre il tuo zampino nei contenuti che pubblichi. Ricorda che soltanto essendo perfettamente riconoscibili si riesce ad essere ricordati e (si spera) apprezzati.

    Competenze vere. 

    Evita di pubblicare contenuti di cui non sei certo. Se è vero che il web ci permette di comunicare con tutti, è altresì vero che ci permette di essere smentiti da tutti. Vai sempre a fondo, quindi, sugli argomenti di cui intendi parlare e sii sempre aggiornato sulle informazioni che circolano a riguardo. Riuscire a dimostrare la propria competenza e preparazione sui temi di cui intendiamo parlare è fondamentale per ottenere il rispetto e l’attenzione di chi ci ascolta.

    Crea contenuti multimediali. 

    Un’altra buona pratica è quella di creare contenuti mescolando tra loro diverse forme di comunicazione. Allega sempre delle immagini incisive ai tuoi testi e, magari, offri dei riferimenti video. In questo modo otterrai contenuti più coinvolgenti e completi, ed avrai la possibilità di “attaccare” il tuo target con più armi contemporaneamente.  Se non bastasse questo, ricorda che in condizione di parità i contenuti multimediali stuzzicano maggiormente l’appetito delle SERP di Google rispetto a quelli composti soltanto dal testo. Un’altra buona ragione per divertirti e accrescere il tuo stile comunicativo!

    Attenzione, pero!

    Creare ottimi contenuti per il web è un vero è proprio investimento. Sei non sei sicuro di saper stimolare in maniera efficace i tuoi clienti, affidati a dei veri professionisti!

  • Ecommerce consigli dicembre 2016

    Un dettaglio in più che fa la differenza: proponi pacchetti regalo con un biglietto d’auguri personalizzabile. Non esitare a farlo gratuitamente durante le feste per distinguerti dalla concorrenza: i clienti lo apprezzeranno e ti preferiranno agli altri.
    Il week-end è commercialmente il momento più importante. Fatti vedere e non esitare a investire per migliorare la tua visibilità: il costo sarà rapidamente ammortizzato! Facendo apparire le immagini dei tuoi prodotti su Google Shopping, puoi aumentare le tue conversioni dal 20% al 50% in pochissimi giorni.
    Indica chiaramente la data limite di ordine per ricevere i prodotti in tempo per le feste per evitare di avere reclami e restituzione dei prodotti.
    Se ti resta ancora un po’ d’energia prima di Natale, pianifica una campagna di comunicazione efficace per il cosiddetto “Boxing Day”: è la giornata che caratterizza l’inizio dei saldi nel Regno Unito subito prima di
    Natale.

    Giornate da ricordare:

    1 Dicembre: Giornata Mondiale per la Lotta contro l’Aids

    10 Dicembre: Giornata Mondiale dei Diritti Umani

    26 Dicembre: Boxing Day

  • Ecommerce consigli novembre 2016 JooMa

    Il 57% dei visitatori abbandona la navigazione se il sito web impiega più di 3 secondi a caricarsi. Assicurati che, con l'avvicinarsi delle feste (e dello shopping!) il tuo e-commerce riesca a reggere l'aumento di traffico.

    Il Calendario dell'Avvento è un'ottima idea se vuoi fidelizzare i tuoi clienti. Programmando un'offerta al giorno creerai dipendenza fin dal 1 Dicembre e gli internauti non potranno fare a meno di sbirciare il tuo e-commerce ogni giorno!

    I prodotti personalizzati e i pacchetti regalo sono sempre apprezzati. Proponi ai tuoi clienti confezioni e personalizzazioni per aumentare il tasso di conversione!

    Black Friday e Cyber Monday nel 2015, hanno attirato 14,98 milioni di consumatori, ecco perchè sono due ghiotte occasioni per aumentare il fatturato. Punta sulla durata MOLTO limitata delle offerte per incentivare gli acquisti d'impulso! 

    Giornate da ricordare:

     5 Novembre: Giornata Nazionale per la Ricerca contro il Cancro

    11 Novembre: Giornata Mondiale contro la Pena di Morte

    13 Novembre: Giornata Internazionale della Gentilezza random

    16 Novembre: Giornata internazionale della tolleranza

    25 Novembre: Black Friday

    28 Novembre: Cyber Monday

  • consigli ecommerce settembre

    Per stimolare il database dei tuoi clienti ed attirare nuovi visitatori, proponi un concorso a premi sul tuo e-commerce. Punta sul social network e sulle newsletter per potenziare ancor di più il tuo messaggio.

    Un consigli per migliorare le tue conversioni? I visitatori si sentiranno rassicurati se vedranno recensioni prodotti sul tuo sito. Crea una una pagina dedicata alla recensioni dei clienti e potrai vedere aumentare i tuoi ordini del 10%.

    Il punto di vista del tuo cliente è molto importante: osserva i tuo sito attraverso i suoi occhi. Pensa al tuo target ed organizza categorie e prodotti in modo semplice ed efficace.

    Dalla home page al pagamento, rendi i tuoi slogan molto visibili nel footer (ad esempio: soddisfatti o rimborsati, spedizione entro 48 ore, pagamento sicuro). Nella parte superiore di ogni pagina, indica il numero di telefono del negozio. Anche se non lo useranno quasi mai, i clienti sapranno che possono chiamarti per qualsiasi richiesta. Ciò ti aiuterà nella conversione.

    Giornate da ricordare:

    8 Settembre: Giornata Internazionale dell’Alfabetizzazione

    23 Settembre: Primo giorno d’autunno

    26 Settembre: Giornata europea delle lingue

    27 Settembre: Giornata mondiale del turismo

    20 Settembre: Giornata Europea del Dialogo Interculturale

     

  • ascoltareLa base di qualsiasi strategia di comunicazione sui social media deve poggiarsi sull'ascolto del consumatore. Può sembrare che quello che stiamo dicendo sia piuttosto ovvio, ma, sfortunatamente, non sempre lo si fa. Quindi vogliamo sottolineare l'importanza del cosiddetto Social Listening o ascolto attivo, per ricordare per chi lavoriamo, ossia gli utenti.

    Prima di continuare a programmare i vostri tweets per questa settimana, prima di pensare a quante pubblicazioni si posteranno questa settimana su Facebook, prima pinnare come pazzi o prima entrare in gruppi LinkedIn per pubblicare solo i propri contenuti, è necessario fermarsi ed ascoltate la propria community. Perché?

    • Perchè consente di conoscere e capire il consumatore: è fondamentale prestare attenzione ai riferimenti effettuati dagli utenti ed essere in grado di rispondere e di rafforzare i legami con loro, così come è utilissimo sapere in prima persona cosa pensano dei prodotti e / o servizi offerti. E’ il modo giusto per aiutarti a migliorare e anche per scoprire la maniera migliore per comunicare con i vostri follower!
    • Per rivolgere la giusta attenzione al cliente on line: il social network si è consolidato come il canale per eccellenza del servizio clienti da parte dei consumatori. E 'quindi importante avere la capacità di rispondere alle domande e risolvere i problemi il più rapidamente possibile e per questo è necessario stare attenti ad ogni particolare. Inoltre, questo può contribuire anche affrontare prontamente  una potenziale crisi di reputazione online.
    • Perchè consente di conoscere ciò che “dice” la concorrenza: se non lo si state già facendo, cosa aspettate a farlo? Probabilmente la concorrenza vi sta già controllando e sa quello che fate. Approfittate  quindi dell'opportunità di conoscere cosa e come la concorrenza comunica e come interagisce con gli utenti, potreste trovare qualche esigenza degli utenti da poter soddisfare.
    • Per permette di individuare influencers: gli influencerssi hanno grandi capacità di spostare le masse nelle reti sociali ed in ogni ecosistema; per quanto piccolo sia, sicuramente uno degli utenti ha molti seguaci. Individuateli, studiateli e cercate di avvicinarvi a loro in maniera semplice, fornendo informazioni o condividendo i vostri contenuti e sicuramente in maniera graduale aumenterete la vostra visibilità.
    • Per trovare nuove idee: se si scrive su un blog o si gestiscono reti social, a volte è difficile pensare a cosa scrivere e cosa condividere. Il Social Listening è una fonte inesauribile di contenuti. Se l’ascolto è veramente “attivo” si può essere sicuri di trovare argomenti interessanti di cui si parla e che possono interessare la vostra comunità.

    In breve, ascoltare gli utenti vi aiuterà a entrare in empatia con loro. Ovviamente ci vuole tempo, ma i risultati ne valgono la pena.

     

    Ti serve aiuto per creare una solida community? 

     

     

     

     

    L’articolo è stato scritto da Jasmina Zaballos – Social media manager

    Mercoledì 11 giugno 2014 su somosinapsis.com 

  • Algoritmo facebook 2018

    Sugli algoritmi di Facebook c’è una sola certezza: non si sa mai quando saranno modificati.

    Di sicuro l’annuncio dello scorso mese di Facebook che avrebbe perfezionato i suoi algoritmi per dare enfasi alle "connessioni personali", non era imprevisto.

    Mark Zuckemberg ha scritto in un suo post "Vedrete meno contenuti pubblici come post di aziende, marchi e media, mentre saranno premiati i contenuti che incoraggeranno interazioni significative tra le persone“.

    A questo punto viene da chiedersi se i giorni di affidabilità della portata organica dei post sono terminati.

    I cambiamenti di algoritmo come questi, possono rivoluzionare completamente la logica di marketing del social, tuttavia, mentre Facebook ha certamente altri motivi per una simile presa di posizione (in particolare maggiori entrate), parallelamente sta realmente individuando gli interessi degli utenti, e così facendo, sta costringendo i brand a percorrere la stessa strada.

    Il primo risvolto di questo cambiamento sarà dato dal fatto che i digital marketer dovranno investire maggiormente nella pubblicità a pagamento per compensare la perdita di copertura organica.

    Tutto ciò avrà sicuramente un impatto interessante su Facebook: la quantità media di brand paganti su Facebook per singolo post è già aumentata del 43% su base annua nel quarto trimestre del 2017, e si può presumere che questo sarà solo la punta dell’iceberg nel 2018.

    La qualità dei contenuti dei brand migliorerà

    Alcuni anni fa, i titoli di tipo clickbait (titoli esagerati che nascondono tutt’altro tipo di informazioni e forzano l’interazione dell’utente) erano dilaganti su Facebook; ora non esistono più (o quasi) questo perché negli ultimi anni Facebook ha affrontato direttamente il problema con gli aggiornamenti degli algoritmi anti-clickbait, identificando le parole comunemente usate nei titoli clickbait e non usate nei titoli standard.

    Tutto ciò li penalizza ed aumenta l'esperienza dell'utente.

    La nuova revisione dell'algoritmo di Facebook funzionerà verso lo stesso obiettivo ed è intuibile che dal momento che più digital marketer dovranno investire nella pubblicità a pagamento, gli annunci a pagamento saranno di qualità di gran lunga più elevata.

    I digital marketer saranno costretti a intessere connessioni dirette con i lettori

    Probabilmente non ci sarà un cambiamento repentino a breve termine ma sicuramente la trasformazione andrà a beneficio dell'industria dei media a lungo termine e motiverà i digital marketer ad intessere connessioni dirette con i loro lettori.

    I digital marketer che diversificheranno le loro reti di distribuzione verranno immediatamente proiettati ai primi posti e tutto ciò includerà il coinvolgimento diretto del lettore attraverso newsletter, notifiche desktop, podcast e le proprie app.

    Zuckerberg, inoltre, ha aggiunto "… le notizie che vedrete, saranno di alta qualità. Ho chiesto ai nostri team di prodotto di dare la priorità a notizie attendibili, informative e locali."

    Di sicuro le novità di Facebook, con le modifiche ai feed, rivoluzioneranno i media ed i brand che saranno costretti ad inserire contenuti di qualità, tuttavia, nel fare ciò, tutti beneficeranno di standard più elevati, la qualità dei contenuti migliorerà ed i media saranno costretti ad interagire tramite rapporti più stretti con i propri utenti coinvolti.

    Sicuramente è una vittoria per i media e per gli utenti, ma soprattutto è una vittoria per Facebook (ed i suoi interessi).

    JooMa è pronta a raccogliere la "sfida" di Facebook a lanciato ai brand con soluzioni rivoluzionarie sia in termini di approccio strategico che di creazione di contenuti. Se vuoi diversificarti dalla concorrenza o posizionarti sul mercato, qui troverai tutti i nostri contatti.

  • World Choral Day e IX Rassegna Canti di Natale

    Sabato 16 e domenica 17 dicembre, al Mu.Mi. di Francavilla al Mare dalle ore 21 si terrà la manifestazione annuale del World Choral Day – Rassegna di Canti di Natale che quest’anno è giunta alla nona edizione.

    L’associazione culturale Moti Armonici ha organizzato, come ogni anno, due serate che vedranno esibirsi sul palco alcuni tra i migliori artisti Abruzzesi: il coro "In...Canto Tollese", il soprano Chiara Tarquini, il trio barocco "Fairy Consort", il coro "Selecchy", il coro di voci bianche "I Piccoli Cantori", il coro "Incanto Teatino", la voce e il pianoforte di "Sweet Moons Duo", il coro ortodosso di "Voci D'Arte" ed il padrone di casa, l’Insieme Vocale "Moti Armonici".

    Insieme le formazioni corali canteranno, come richiesto dal proclama del World Choral Day, "la libertà, l’uguaglianza, l’amore, la pace “perché non esistano più discriminazioni razziali, perché tutti assieme possiamo sentirci fratelli e sorelle, perché la terra gioisca al suono delle nostre voci.”

    La serata verrà presentata dalla giornalista e blogger Gianluca Marchesani e dal vicepresidente dell’associazione nonchè nostro Digital Business Analist Lello Mastropietro.

    Come ogni anno lo staff di JooMa ha messo a disposizione la propria professionalità per ottimizzare il processo decisionale e strategico e, lavorando fianco a fianco ed in appoggio alle esigenze degli artisti, ha contribuito a creare valore aggiunto all'evento.

  • Efficacia Marketing e come misurarla

    "Niente è attraente per tutti" - Gene Simmons

    Avendo ben chiara questa frase in mente, si scopre che gli sforzi di fare marketing tradizionale sono stati sostituiti da una varietà di strategie focalizzate sull'attenzione costante al consumatore che mirano tutte nella stessa direzione: l’ASCOLTO.

    Ascoltando, osservando e, soprattutto, misurando il comportamento, le richieste, i suggerimenti nonché le lodi dei clienti, si può scoprire come il prodotto o servizio da noi offerto possa essere adattato alla loro vita e come si può offrire loro maggior valore.

    Ricordate il film “What Women Want” (Quello che le donne vogliono)? Prima che Nick Marshall (il protagonista, ovvero Mel Gibson) potesse ascoltare i pensieri delle donne, i suoi sforzi pubblicitari erano scadenti; praticamente il suo comportamento era simile a quello di un'intera classe di agenzie che focalizzano l’attenzione sulla propria prospettiva invece di ascoltare il pensiero del consumatore.

    Spostando l'interesse dal marchio e dall'azienda a coloro per i quali sono stati creati il marchio o l'attività, è possibile ottenere informazioni preziose su come migliorare nel tempo la propria incisività nel marketing.

    La diretta conseguenza è la possibilità di intervenire con vari utili strumenti di marketing che possono venire in aiuto per ottenere un'immagine chiara dei numeri e dei dati che contano, consentendo una visione imparziale della percentuale di successo, misurando i progressi ed apportando modifiche laddove necessario.

    Avere una missione di marketing

    Prima ancora di raccogliere informazioni sul comportamento dei clienti ed iniziare a misurare i progressi, bisogna avere una visione chiara della direzione da intraprendere.

    In quale altro modo si può essere coscienti nel seguire il giusto percorso e di raggiungere i giusti livelli di impegno se non c'è un piano generale che possa guidarci?

    Considerando il fatto che viviamo in un'era altamente digitalizzata ed avendo a disposizione tanti mezzi per raggiungere questo particolare obiettivo (ovvero misurare il proprio progresso aziendale), è incredibile che quasi il 60% dei marketer  non ha idea di che aspetto dovrebbe avere una strategia di content marketing di successo da proporre alle aziende loro assistite; di contro, solo il 6% ritiene che la propria attività sia sufficientemente organizzata per fornire misure di marketing accurate, il che significa che, su più di mille intervistati, solo una manciata sono attualmente soddisfatti delle loro strategie di misurazione del marketing, mentre in una vasta maggioranza non è possibile identificare una solida strategia.

    In termini pratici, l’azienda deve identificare gli step di marketing adeguati a seconda delle modalità di comunicazione preferite dal pubblico di destinazione, nonché della presenza online e offline, e parallelamente stabilire i mezzi compatibili per misurare tali passaggi.

    Verificare costantemente i dati

    Aziende di ogni dimensione e livello di complessità si affidano al costante afflusso di dati per personalizzare ed ottimizzare le loro campagne di marketing.

    • La pagina Facebook è piena di “Mi piace”, commenti e condivisioni?

    • Le e-mail e newsletter inviate finiscono nello spam o vengono aperte ed i link che contengono vengono cliccati e portano a una conversione?

    • Con quale cadenza vengono pubblicati post sul blog e quante persone visitano il sito per leggerli?

    • Vengono avvisati tramite post, social, email o devono trovarli visitando direttamente il sito web?

    Queste sono solo alcune tra le domande relative al marketing che devono essere analizzate.

    Monitorare il comportamento dei clienti e le loro linee di partecipazione preferite, adattando la strategia in base ai dati rilevati, in particolar modo, su una serie diversificata di canali di comunicazione, può essere molto impegnativo.

    A tal fine, l'utilizzo di uno strumento di reporting per raccogliere, rimandare, filtrare e combinare tutti i dati è il modo migliore per mantenere una visione chiara degli sforzi di marketing ed ottenere informazioni utili.

    Usando separatamente vari strumenti di monitoraggio come ad esempio Google Analytics, Google AdWords ed altri, con l’unico scopo di ottenere informazioni che convertano gli sforzi di raccolta in numeri (che peraltro cambiano rapidamente mentre si sta parlando) è alquanto dispendioso in termini di tempo ed inoltre non è così preciso e conciso come ci si attenderebbe che sia.

    Sarebbe, quindi, indispensabile disporre di un sistema di tracciamento in tempo reale che consenta di filtrare le informazioni non necessarie e di analizzare ed utilizzare solo i dati significativi.

     Acquisizione, fidelizzazione e coinvolgimento dei clienti

    Facciamo una premessa: essere un'azienda vuol dire avere clienti ed è logico che gli sforzi (soprattutto iniziali) saranno volti verso l’acquisizione dei clienti, monitorando l'investimento necessario per convertire quelli che vogliono acquistare in quelli che fanno realmente acquisti e, di conseguenza, quali strategie attuare per arrivare a questo obiettivo.

    In questo modo, i futuri costi possono essere ottimizzati e ridotti, semplicemente ponendo l’attenzione su metodi più efficaci ed investendo maggiormente nella fidelizzazione dei clienti.

    Non dimentichiamo che l'obiettivo finale del marketing è ridurre al minimo i costi di acquisizione e fidelizzazione ed aumentare parallelamente le entrate, tenendo sempre ben in mente che costa cinque volte di più acquisire un nuovo cliente rispetto a mantenerne uno vecchio.

    La lealtà del cliente, ispirata al marchio, diventa l'obiettivo principale di molte aziende, soprattutto in considerazione del fatto che il clima commerciale diventa sempre più competitivo di giorno in giorno.

    A questo punto è strettamente necessario tenere d'occhio le strategie adottate alle quali gli attuali clienti rispondono, ovvero cosa li fa tornare all’acquisto del servizio o prodotto proposto e, perché no, con quale cadenza ci si può permettere di offrire omaggi, sconti e promozioni per motivare la clientela esistente al ritorno all’acquisto.

    Le metriche, relative sia ai nuovi clienti che a quelli già esistenti, riflettono l'impatto che il marchio sta producendo.

    E’ possibile iniziare a misurare il coinvolgimento monitorando l'efficacia dei contenuti nell'attirare i clienti: dal numero di visite alle pagine alla ricerca organica ed ai referral nonché verificando il tempo di permanenza, i visitatori unici e la percentuale di click-through delle campagne email.

    Anche i social media svolgono un ruolo importante nel marketing digitale: il monitoraggio dell'impegno “social” attraverso i commenti, le condivisioni ed i like, così come le istanze di messaggistica e il numero di follower, i tag e simili forniranno una preziosa panoramica, indicando dove si può ottenere la massima motivazione dei clienti esistenti e di quelli potenziali.

    Nel marketing l’”efficacia” è una creatura volatile, con una tendenza a fluttuare, se non monitorata e misurata correttamente, può crollare insieme al successo dell’azienda che si assiste.

    Guai a ridurre il tutto alla definizione delle strategie e alla ricerca dei metodi più economici e che consentono di risparmiare tempo, per tracciare e misurare gli  sforzi del marketing, ma soprattutto mai dimenticare che ci sono in gioco la digital reputation ed… i guadagni!

    Marketing, strategie ed efficacia: parliamone insieme!

     

  • Scuola Cantora PescaraLe tre serate di concerto “La città in coro” nascono da un’idea del Maestro Andrea Zappone sostenuto da Scuolacantora. Il progetto ha come finalità la coesione sociale mirata al recupero delle periferie urbane: i bambini delle elementari degli Istituti Comprensivi Pescara 1 e Pescara 4, infatti, si sono esibiti al Teatro Flaiano cantando brani tratti dal film di animazione ‘Re Leone’ contro l’emarginazione sociale.

    JooMa si è occupata di gestire l’immagine coordinata di un progetto così delicato. Il logo/ immagine, inserito sui manifesti, sulle locandine, sugli inviti e sulle T-shirt è stato ideato per sottolineare l’auspicata coesione sociale: i bambini e i loro genitori cantano e si divertono  insieme oltrepassando ogni barriera sociale.

     

     

     

    Anche tu stai organizzando un evento? Siamo qui per aiutarti!

  • giornaleLa notizia degli incentivi fiscali agli investimenti pubblicitari e in materia di audiovisivo la scorsa settimana è passata quasi in sordina ma merita di essere approfondita da tutti coloro che si occupano del mondo della comunicazione e del marketing.

    Bonus pubblicità: come funziona

    Il credito d'imposta viene riconosciuto  sugli investimenti incrementali effettuati su stampa quotidiana e periodica, sul web, effettuati fra il 24 giugno 2017 e il 31 dicembre 2017. Gli investimenti devono superare dell'1% quelli fatti nel 2016 sugli stessi mezzi di informazione.

    Il credito di imposta ammonta al 75% della quota incrementale dell’investimento rispetto all’anno precedente. L'aliquota sale al 90% nel caso di microimprese, PMI e startup innovative.

    Chi ne può usufruire

    Il credito di imposta per l’acquisto di campagne pubblicitarie può essere richiesto da:

      • lavoratori autonomi e titolari di partita Iva;
      • professionisti (sia iscritti che non iscritti ad albi, ruoli o collegi);
      • imprese, di qualsiasi natura giuridica (ditte individuali, società, startup e Pmi innovative)

    Per i dettagli bisogna aspettare

    Non è ancora definita appieno la modalità di accesso alle detrazioni e i criteri di attuazione della legge. Dovremo attendere il decreto attuativo del Presidente del Consiglio dei Ministri.

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.