fbpx

JOB

  • lavorosocialIl 70% delle persone in cerca di un lavoro ricorre ai social network per trovarlo, una percentuale che è aumentata di 20 punti dal 2011, secondo uno studio condotto da Adecco e Infoempleo.com. L’80% degli intervistati ha dichiarato che i portali per la ricerca di lavoro continuano ad essere la scelta a cui dare più fiducia per trovare offerte di lavoro soddisfacenti per il proprio profilo, rispetto al 19% che pone le reti sociali prima opzione nella loro ricerca di un'occupazione.

    Il 64% dei professionisti di risorse umane pensa che i candidati attivi nelle reti sociali hanno più opportunità lavorative, al punto che una azienda su cinque sostiene di aver respinto un candidato che non sapeva usare i social network.

    Nel corso degli ultimi due anni, il numero di candidati che hanno risposto ad un’offerta di lavoro trovata attraverso i social network è aumentato di quasi il 25%, fino ad arrivare al 66%. Sei su dieci intervistati per questo studio ritengono che le reti sociali siano un'alternativa interessante ai canali tradizionali e più della metà pensa che le aziende li utilizzano per reclutare talenti.

    I social network più popolari sono Facebook (88%), LinkedIn (60%) e Twitter (49%). Il 78% afferma di avere  aperto un profilo su queste reti per trovare opportunità di lavoro, undici punti in più rispetto al 2011, mentre il 73% lo ha fatto per trovare e mantenere contatti professionali e 69% per conoscere le ultime novità nel proprio ambito professionale.

    Lo studio rileva che Linkedin ha sostituito Facebook per la capacità di trovare un’occupazione. Il primo è l’opzione preferita per il 72% degli intervistati, 18 punti in più rispetto al 2011, mentre Facebook diminuisce di sei punti, fino al 53, e Twitter ottiene il 40%. Linkedin è il social network preferito per comunicare che si è attivamente alla ricerca di un lavoro, con il 64% delle risposte.

    La relazione rileva inoltre che il 57% delle imprese nel 2013 ha usato i social network per reclutare talenti, 8 punti percentuali in più rispetto al 2011. I social network che utilizzano la maggior parte delle aziende per esaminare i profili sono Facebook (72%), LinkedIn (70 %) e Twitter (33%).

    Nonostante l'importanza data ai social network, il 75% pensa che questi ulitmi non possano sostituire altre forme di assunzione e che quindi in futuro continuerà a utilizzare gli strumenti che stanno offrendo i risultati migliori: i portali di lavoro su Internet e siti web aziendali  con i social media come complemento

    Francisco Muñoz, Direttore Generale di Infoempleo nel presentare la relazione osserva che "i social network ogni giorno di più sono un aiuto per suscitare interesse". Per il candidato, i social network sono un'opportunità per poter mostrare le proprie conoscenze in una determinata materia, ottenere contatti qualificati nel proprio settore professionale e far arrivare il loro profilo alle aziende in un modo molto più diretto.

    "I portali di lavoro raccolgono i CV,  le skills del candidato si trovano nelle reti social" ha evidenziato Maroño, direttore di servizio e qualità di Adecco. Per quanto riguarda le aziende, per gli ultimi due anni è aumentato di quasi il 6% l’uso de i social media per reclutare i candidati. "Le aziende sono alla ricerca di candidati che possono integrarsi alla società ,migliorarsi e crescere in essa" ha dichiarato E. Maroño.

     

  • Talents For JooMa

    Ti piacerebbe entrare a far parte del nostro gruppo di lavoro?

    JooMa sta realizzando, attraverso la misura 2.A di Garanzia Giovani, un percorso di formazione gratuito per valutare l'inserimento di alcune figure all'interno del suo staff.

    Il progetto è cordinato da Nexus. Per maggiori dettagli guarda la descrizione completa.

    Sul sito di Nexus sono presenti anche altri progetti afferenti alla misura 2.A di Garanzia Giovani.

     

    POSIZIONI APERTE 


    Specialisita nella commercializzazione nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione

    MUST TO HAVE: Diploma o laurea; competenze informatiche: ottimo utilizzo del pc, dei principali sistemi operativi, email, pacchetto office, utilizzo dei social network in ambito aziendale; soft skills; conoscenza base della lingua inglese.

    NICE TO HAVE: Spiccate soft skills, gestione della reputazione online; conoscenza delle principali tecniche di marketing e comunicazione; capacità di scrittura di testi ottimizzati per la lettura online; conoscenza CMS e strumenti di analisi statistiche SEO.


JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.